Crea sito

Pane fritto in monoporzione

Chi dice che non si possa creare un piccolo e semplicissimo antipasto con il pane fritto in monoporzione?

Pane fritto

Io adoro il pane fritto. Questo mi ricorda tantissimo la mia infanzia, il momento in cui eravamo riuniti con zii e cugini dai nonni e si preparava il pane, sì 50 kg di pane da preparare fresco e biscottato nella maìda di legno e tutto fatto a mano. Il profumo della legna bruciata, il pane caldo, i giochi, le risate, quando chiedevamo un pezzo di pane per giocare con i cugini in attesa che la zia ci portava il pane fritto o come viene chiamato qui “guastella” finalmente fra le nostre mani, bello caldo e croccante. <3

Mi sono informata in rete, ma di questo tipo di nome “guastella” “guastedda” esiste solo il pane siciliano fritto chiamato anche “Vastedda” .
Sinceramente non so perché qui lo chiamano così, probabilmente sarà stato importato moltissimi anni fa con qualche sbarco siciliano sulle coste meridionali calabresi e il nome è rimasto quello, perché come “guastella calabrese” viene definita una focaccia ripiena.

Se qualcuno sa fornirmi qualche delucidazione in più mi farebbe piacere 😀

Ingredienti per il pane fritto.

INGREDIENTI

  • 1 kg di farina metà di grano duro e metà grano tenero
  • 10 g di lievito di birra
  • acqua q.b. (circa 650 – 700 ml, dipende da quanto assorbe la farina)
  • 20 g di sale

 

PROCEDIMENTO

  1. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida e unite una parte di farina. In seguito aggiungete il sale e la restante farina, continuate a lavorare l’impasto fino ad avere una consistenza morbida e una volta assorbita la farina l’impasto si stacca dalla ciotola senza rendersi troppo appiccicoso.
  2. Formate delle pagnotte e lasciatele lievitare. Una volta che si saranno formate delle crepe il pane è pronto per essere fritto o eventualmente infornato se volete fare del pane semplice.Pane
  3. In una padella aggiungete dell’olio, poco più della copertura del fondo. Una volta caldo prendete il pane e dividetelo in 4 parti. Appiattitelo con le mani, mettetelo nell’olio e friggetelo da entrambi i lati. Scolarlo e metterlo su un foglio di carta assorbente.
  4. Per creare una deliziosissima monoporzione potete copparlo e tagliarlo a metà e farcirlo, magari con una buonissima fetta di mortadella o del formaggio cremoso.
    E’ davvero irresistibile! Un antipasto semplice e buonissimo!

Pane fritto in monoporzione

In foto VASSOIO SKY della POLOPLAST

Pane fritto in monoporzione

Noi facciamo il pane fritto solo quando prepariamo il pane semplice con il forno a legna, forse perché ormai è diventato un rito di famiglia.

Laly

 

Pubblicato da Laura

Sono una ragazza dalle mille passioni. Oggi mi dedico al cucito, domani alla cucina .. poi abbandono tutto e mi dedico alla grafica e alle foto, ma non riesco a far a meno di imparare nuove cose. Troppe passioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.