Come congelare il prezzemolo

Il prezzemolo è un’erba molto usata in cucina con il suo sapore pungente e leggermente amaro, si adatta a tantissime preparazioni come salse, zuppe di pesce … spesso capita di non averlo fresco a portata di mano, ma abbiamo la possibilità di averlo a disposizione tutto l’anno congelato, ma come congelare il prezzemolo.

E’ importante conservarlo quando è appena raccolto, così da conservare il suo profumo e le sue proprietà, se non avete subito tempo per congelarlo mettetelo in un bicchiere con dell’acqua, come se fossero dei bellissimi fiori, dureranno per diversi giorni.

Come congelare il prezzemolo
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • Prezzemolo
  • Bicarbonato
  • Acqua

Strumenti

  • Ciotola
  • Sacchetto di plastica o contenitore ermetico

Preparazione

  1. Prendi il prezzemolo e togli a vista le foglie più gialle, sciacqualo velocemente sotto l’acqua fresca e poi immergilo in una ciotola con una soluzione di acqua sempre fresca e bicarbonato di sodio.

  2. Sciacqualo bene per levare le impurità e la terra massaggiandolo con le mani foglia per foglia, successivamente risciacqualo sotto l’acqua corrente più volte.

  3. Scola il prezzemolo dall’acqua e tamponalo con una tovaglietta o un tovagliolo di carta per asciugare l’acqua in eccesso.

  4. Controlla nuovamente se c’è qualche foglia macchiata e scegli le foglie più belle, staccale con le dita e mettile all’interno di un sacchetto del congelatore.

  5. Elimina l’aria dal sacchetto, chiudilo bene e congelalo, ma ricordati prima di scrivere sul sacchetto la data di congelazione.

    La durata è di 12 mesi per i congelatori a -18°C.

    Vedi l’articolo Le stelle del congelatore.

  6. Come utilizzare il prezzemolo congelato?
    Basta inserirlo nelle vostre pietanze direttamente congelato. Le foglie congelate si spezzano facilmente con le mani così da poter insaporire i vostri piatti.

Curiosità

Al contrario del basilico, il prezzemolo non ossida rapidamente se tagliato con il coltello o con la mezzaluna, quindi si può tagliare finemente per le nostre preparazioni.

Una volta che è ingiallito diventa praticamente inutilizzabile, perde sapori, profumi ed è anche brutto per le applicazioni a scopo decorativo.

Il prezzemolo è adatto per la cottura, ma attenti al sapore che cambia diventando molto intenso.
E’ consigliabile usare il prezzemolo fresco o appena poco prima della fine cottura, nei piatti sopratutto quelli più delicati, per evitare di rendere la pietanza troppo amara.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Laura

Sono una ragazza dalle mille passioni. Oggi mi dedico al cucito, domani alla cucina .. poi abbandono tutto e mi dedico alla grafica e alle foto, ma non riesco a far a meno di imparare nuove cose. Troppe passioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.