Carciofini selvatici sott’olio

I carciofini selvatici sott’olio sono veramente deliziosi. Nonostante la preparazione per la conserva sia molto “pungente” il gusto è davvero soddisfacente.

Carciofini selvatici sott'olio

Ottimo come contorno o antipasto, piccoli e saporiti ma fastidiosissimi da preparare. Perché? Domanderete voi ..
Questi carciofi si trovano sotto il nome di cinara cardunculus un arbusto resistente e spinoso.

Da questi spinosissimi boccioli si ricavano i “cuoricini” dei carciofi. Per non pungersi sarebbe opportuno bruciare con un cannello le punte, come in foto.
Si sbucciano un pochino come i normali carciofi e solitamente vengono fatti sott’olio, ma sono ottimi anche con la pasta.

Vediamo come conservarli sott’olio.

INGREDIENTI

  • carciofi selvatici
  • 1/4 di aceto
  • 3/4 di acqua
  • 22 g di sale
  • alloro
  • pepe
  • limone
  • olio di semi di girasole

PROCEDIMENTO

  1. Pulite i carciofi selvatici e man mano che si puliscono metteteli in una ciotola con acqua acidulata (limone).
  2. In una pentola fate bollire l’acqua e l’aceto, una volta che è a bollore immergete i carciofi scolati dall’acqua acidulata e cuoceteli per 10 – 12 minuti. Scolateli e fateli raffreddare in uno scolapasta.
  3. Una volta freddi prendete i vasetti di vetro sterilizzati e inserite una foglia di alloro, pepe in grani e i carciofini. Colmate con olio di semi di girasole. Chiudete con tappo ermetico e sterilizzate.
  4. Per la sterilizzazione si procede mettendo in una pentola capiente i vasetti delle conserve appena preparate, e chiuse con tappo ermetico per bollitura, avvolgendoli con degli stracci per far in modo che i vasetti non si toccano l’uno contro l’altro durante la bollitura, quindi riempite di acqua fino a coprirli (due dita sopra il tappo) e procedete con la sterilizzazione, da quando bolle contate 30 minuti (per vasetti medio piccoli).
  5. Spegnete il fuoco e lasciare raffreddare e una volta freddo controllate accuratamente i tappi che siano chiusi bene e leggermente affossati al centro (sottovuoto).
    Ora sono pronti per essere conservati in dispensa.

Carciofini selvatici sott'olio

Carciofini selvatici sott'olio

In foto COPPA DANIELA della POLOPLAST

 
Precedente Frittatina ai pomodori secchi, grana e timo Successivo Torta di carote e cocco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.