Crea sito

Torta all’ananas

Torta all’ananas

Torta all'ananas

La torta all’ananas è una torta semplice con un l delicato sapore di ananas che acquista ancora maggior sapore grazie alla caramellatura, così golosa che resistere alla seconda fetta è impossibile!

Ingredienti

  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 7 fette di ananas sciroppato
  • 1/2 bicchiere di latte
  • gherigli di noci
  • 1 pizzico di sale
  • 4 uova

con lo stesso peso delle uova:

  • farina
  • zucchero

con metà peso delle uova;

  • burro

Procedimento

Montare lo zucchero con i tuorli, aggiungere il burro fuso, la farina, un pizzico di sale, il latte, il lievito ed in ultimo le chiare montate a neve.
Caramellare uno stampo per torte con 4 cucchiai di zucchero, adagiarvi le fette di ananas e nel buchetto di ogni fetta un geriglio di noce. Distribuirvi sopra il composto.
Mettere in fono a 170° per circa 45 minuti.

Torta all'ananasTorta all'ananas

NOTA: questo tipo di torta è ottima anche con l’impasto per torte 4, 3, 2, 1, trovate la ricetta qui

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
L’Ananas, o ananasso, è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae. È conosciuto soprattutto per la specie coltivata Ananas comosus. La parola Ananas deriva dal nome del frutto nella lingua degli indios Guaraní.
Gli ananas sono frutti curiosi, perché tecnicamente sono infruttescenze. Le foglie coriacee sono lunghe, lanceolate e con un margine seghettato, e sono riunite in grandi rosette. L’infiorescenza fuoriesce dal centro della rosetta, i singoli fiori sono compatti su di uno stelo breve e robusto. Ogni fiore possiede un proprio sepalo; i sepali diventano carnosi e succosi e si sviluppano nel frutto, coronato da una rosetta di brattee. Una pianta di ananas produce un singolo frutto ogni 18 mesi.

La caratteristica di questo frutto è la polpa di colore giallo, rivestita da una scorza marrone, formata da placchette fuse tra loro. Il frutto contiene un enzima proteolitico: la bromelina, sostanza che accelera il metabolismo.

L’ananas contiene poche calorie (40 calorie ogni 100g). A quello in scatola viene aggiunto dello zucchero, per cui è più calorico.

Dalle foglie si ricava una fibra utilizzata per produrre corde e tessuti.

Si utilizza l’estratto secco poiché favorisce i processi digestivi e può migliorare la cosiddetta cellulite a “buccia di arancia”.

L’ananas rappresentava un simbolo di ospitalità: era uso degli indigeni appenderli all’ingresso delle proprie abitazioni, per dare il benvenuto.

In Europa, l’ananas sciroppato è il frutto in scatola più consumato

L’ananas è un frutto non “climaterico”: una volta staccato dalla pianta interrompe la sua maturazione, solo la buccia cambia colore ma non la polpa e il contenuto zuccherino. Consigli per l’acquisto: se la buccia è troppo marrone o verde non va bene!

Ancora oggi è usanza per le tribù autoctone delle isole Hawaii donare questo frutto ai giovani che hanno compiuto un passo importante come simbolo di successo
.

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare ed ora la mia passione è diventata un lavoro, gestisco dal 2010 il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.