Pappardelle del casaro

Pappardelle del casaro un primo piatto ricco di sapore a base di cipollotti, guanciale e abbondante grana padano in scaglie.

Ho preparato questa pappardelle con la pasta maker, me potete tranquillamente prepararle nel modo tradizionale o comprarle già fatte, in ogni modo verranno sicuramente molto buone.

Se vi interessa acquistare una pasta maker vi consiglio di dare un sguardo alla mia top list dove illustro al meglio sia la pasta maker sia i vari tipi di pasta che si possono realizzare.

Pappardelle del casaro
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

3 cipollotti
150 g guanciale
50 g scaglie di Grana Padano
1 ciuffo erba cipollina
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale

Preparazione della pappardelle del casaro

Affettare sottilmente i cipollotti e metterli a rosolare in padella con il guanciale tagliato a bastoncini.

Cuocere a fiamma moderata per circa 10 minuti.

Spegnere la fiamma e aggiungere l’erba cipollina tagliata in modo minuto.

Mettere sul fuoco una capiente pentola di acqua salata e quando raggiunge l’ebollizione tuffarvi le pappardella, che dal momento in cui vengono a galla dovranno cuocere per circa un paio di minuti.

Scolare la pasta e saltarla in padella con il condimento, parte delle scaglie di grana e un mezzo mestolino della loro acqua di cottura.

Mantecare per un minuto e poi portare subito in tavola rifinendo con altre scaglie di grana padano.

Buon appetito!

Pappardelle del casaro

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare e la mia passione è diventata anche un lavoro, ho gestito per 10 anni il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.