Pasta e fagioli

Pasta e fagioli

Piatto tipico di molte regioni d’Italia, la pasta e fagioli è un primo piatto di conforto che scalda le fredde giornate invernali.

Ottimo primo piatto anche gustato tiepido!

 

  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:2 ore
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Fagioli borlotti secchi 200 g
  • Cipolla 1
  • Carota 1
  • Sedano 1 costa
  • Pancetta dolce 100 g
  • Pasta alluovo 100 g
  • Salvia 2 foglie
  • Prezzemolo (tritato) 1 ciuffo
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Lasciare i fagioli a bagno in acqua per circa 12 ore.

    Per ridurre leggermente il tempo di ammollo, potete aggiungere all’acqua 1 cucchiaino di bicarbonato.

    Cambiare l’acqua e lessarli in acqua salata finché saranno teneri (circa 1 ora, 1 ora 1/2).

    Preparare il soffritto: tritare assieme il sedano, la carota e la cipolla dopo averli lavati e sbucciati.

    Mettere le verdure a soffriggere con poco olio evo.

    Tagliare la pancetta a dadini minuti oppure macinarla.

    Quando le verdure sono appassite, unire la pancetta e le foglie di salvia lavate e asciugate.

    Lasciare soffriggere per qualche minuto.

  2. Passare i 3/4 dei fagioli attraverso un passa verdure assieme a circa 1 litro del loro liquido di cottura e lasciare gli altri interi.
    Aggiungere il purè di fagioli alle verdure e lasciate cuocere per una ventina di minuti a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto per non far attaccare il fondo.

    Unire a questo punto anche i fagioli interi.

    Portare a bollore forte e buttare anche la pasta. (Ho usato i ritagli dei “Tortelloni tricolore

  3. Unire anche un po’ di prezzemolo fresco tritato (facoltativo) e lasciate insaporire per alcuni minuti prima di servire.

Ricette primi piatti, Zuppe

Informazioni su lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare ed ora la mia passione è diventata un lavoro, gestisco dal 2010 il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Precedente Capesante gratinate al forno Successivo Spaghetti alla pescatora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.