Pagnotta Pasquale romagnola

Pagnotta Pasquale romagnola

Tipico lievitato della mattina di Pasqua semi dolce, veniva consumata a colazione con le uova fresche o  sode rigorosamente benedette.

Si usava iniziare a mangiare la pagnotta la mattina di Pasqua e si continuava anche nei giorni successivi dato che di solito se ne aveva una testa e ognuna era di circa 3-4 kg.

  • Preparazione: 3 Ore
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6/8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Farina Manitoba 450 g
  • Pasta di pane 250 g
  • Zucchero 200 g
  • Burro 30 g
  • Uova 3
  • Scorza d'arancia (grattugiata) 1
  • Vanillina 1 bustina
  • Uvetta 100 g
  • Sale 1 pizzico

Preparazione

  1. Mescolare la farina con lo zucchero, la vanillina e la scorza grattugiata dell’arancia, sistemare sul tagliere a fontana, farvi un buco al centro e sistemarvi le uova e il burro a temperatura ambiente a pezzettini. il lievito sbriciolato, la pasta di pane.

    Impastare a lungo tutti gli ingredienti creando un impasto omogeneo

  2. Unire successivamente l’uvetta e continuare ad impastare fino ad averla inglobata molto bene.

    Lasciare l’impasto in un recipiente coperto da pellicola e va lasciato lievitare almeno 4 ore in ambiente caldo a temperatura costante.

    Riprendere l’impasto e dargli la forma di un  pagnotta, sistemarla su un foglio di carta forno e poi direttamente sulla placca. Spennellare la superficie con il tuorlo d’uovo sbattuto. Praticare un taglio a croce e lasciare lievitare ancora per circa un’ora.

  3. Sistemare in forno preriscaldato a 180° per circa 30/40 minuti.

  4. Ora la pagnotta, bella dorata, è pronta per la vostra tavola di Pasqua.

Note

Dolci e Torte, Ricette di Pasqua

Informazioni su lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare ed ora la mia passione è diventata un lavoro, gestisco dal 2010 il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Precedente Strozzapreti alle melanzane Successivo Torta pasqualina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.