Crea sito

Cappelletti pasticciati

Cappelletti pasticciati

Un altro classico della cucina Romagnola i cappelletti conditi con ragù di carne e panna, devono comunque cuocere rigorosamente in un buon brodo di carne per un risultato perfetto.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per i Cappelletti pasticciati

Per i cappelletti

  • 5uova
  • 500 gfarina
  • 300 gsquacquerone
  • 200 gparmigiano Reggiano DOP
  • 1scorza di limone (grattugiato)
  • 1 pizziconoce moscata
  • q.b.sale

Per il ragù

  • 500 gmacinato di manzo
  • 400 gsalsiccia
  • 150 gpancetta
  • 1cipolla
  • 1carota
  • 1 costasedano
  • 750 mlpassata di pomodoro
  • 1 cucchiaioconcentrato di pomodoro
  • 1 bicchierevino rosso
  • 100 mllatte
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero

Per il condimento

  • 250 mlPanna
  • 30 gparmigiano Reggiano DOP

Preparazione dei Cappelletti pasticciati

  1. Prima di tutto preparare il ragù.

    Soffriggere nel tegame la pancetta tritata.

    Aggiungere le verdure ben tritate e si farle appassire dolcemente.

    Unire la carne macinata, la salsiccia sbriciolata e la si lascia cuocere, rimescolando sino a che “sfrigola”; si mette il 1 bicchiere di vino e si lascia evaporare.

    Aggiungere il pomodoro allungato con un poco di brodo, e il concentrato, si lascia sobbollire per circa 3-4 ore, aggiungendo volta a volta il latte, e aggiustando di sale e pepe nero.

  2. Intanto preparare i cappelletti. Impastare sul tagliere la farina, passata al setaccio, e le uova, aggiungendo un poco di latte se l’impasto risulterà troppo granuloso.

    Lavorare la pasta finché diventa liscia e farla poi riposare per alcuni minuti nella pellicola..

  3. Nel frattempo mescolare in una ciotola lo squacquerone, con il parmigiano reggiano, le uova, la noce moscata e il limone grattugiato e lasciare riposare il tempo di tirare la sfoglia.

  4. Col mattarello tirare l’impasto in uno strato molto sottile, senza rotture e ancora umido.

    Disporre il ripieno, con l’aiuto di un cucchiaino, in mucchietti regolari ed ad una distanza di circa 4 centimetri l’uno dall’altro,  in modo che vengano a trovarsi al centro di quadratini di circa 4,5 cm di lato, che andranno tagliati con la rotella taglia pasta.

    Ripiegare ogni quadrato a triangolo ed arrotolateli attorno al mignolo, sigillandoli con la pressione del pollice.

  5. Lessate i cappelletti in abbondante brodo di carne, lasciate riposare alcuni minuti nel brodo.

    Quindi scolarli e condirli con il ragù, la panna e abbondante parmigiano.

Note

Le dosi indicate sia per il ragù che per i cappelletti sono di gran lunga maggiori di quelle che occorrono per 4 porzioni, ma essendo molto lunghi i tempi di preparazione sia del ragù che dei cappelletti, è preferibile fare dosi abbondanti e poi congelare il surplus 😉

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare e la mia passione è diventata anche un lavoro, ho gestito per 10 anni il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.