Brodo di carne

Brodo di carne Per la preparazione di cappelletti in brodo, ma anche asciutti, passatelli in brodo, minestre, risotti  e di tutte quelle preparazioni che richiedono l’aggiunta di liquidi.

Preparare un brodo è una cosa davvero molto semplice, la difficoltà sta solo nel trovare della buona carne.

Le persone che ormai hanno una certa età, qui da noi in Romagna, sostengono che la domenica, non è domenica senza il brodo.

Per avere quasi due litri di buon brodo sono necessari: circa 1 kg di carne (pesata senza ossa), circa 3 litri di acqua, 12-15 gr di sale, non di più perché, bollendo, l’acqua evapora e il brodo riesce troppo salato, e le verdure.

brodo di carne
  • Porzioni2 litri circa
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1/4gallina
  • 300 gmuscolo di manzo
  • 300 glingua di vitellone
  • 1osso
  • 1carota
  • 1cipolla
  • 1 costasedano
  • 3 lacqua
  • 15 gsale grosso

Preparazione del Brodo di carne

  1. In una capiente pentola sistemare tutti gli ingredienti, il quarto di gallina fiammeggiato se c’è presenza di piumaggio, la carne ed odori sbucciati e lavati.

  2. Coprire poi con acqua fredda.

    Questo particolare è importante, perché iniziando a cuocere nell’acqua fredda la carne fa uscire bene i suoi succhi che danno corpo e sapore al brodo.

    Portare a ebollizione.

  3. Salare.

    Mettere la fiamma al minimo, incoperchiare la pentola per 3/4 e lasciare sobbollire per non meno di 3 ore.

    L’importante è che il fuoco sia moderatissimo, anche se avete fretta, perché una ebollizione violenta fa evaporare troppo l’acqua e intorbidire il brodo che, a cottura ultimata, risulterà quanto mai scadente.

    Se avete usato un pezzo di carne di terza scelta e con molto grasso, durante la cottura sgrassate di tanto in tanto il brodo.

  4. Se in questo frattempo dovesse diminuire troppo il brodo, rimboccare con acqua calda.

  5. brodo di carne

    Filtrare il brodo.

    Ora è pronto per essere utilizzato per qualsiasi preparazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare e la mia passione è diventata anche un lavoro, ho gestito per 10 anni il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.