Crea sito

Charlotte classica ai frutti di bosco

Charlotte classica ai frutti di bosco.

Vi presento questa bella torta che ho preparato i giorni scorsi per mia cognata.

Mi ha dato carta bianca ed io ho pensato subito a questa Charlotte, molto regale.

Questa torta ha origini antiche.E’ stata creata in onore della regina Charlotte, moglie del re d’Inghilterra Giorgio III, sovrana molto amata e rispettata.

Lo stampo in cui veniva composta aveva la forma bombata di una cuffia.

Imitava  nella forma il copricapo omonimo usato dalle donne francesi nel Settecento, una sorta di cuffia increspata.

La prima citazione  su carta stampata  della Charlotte risale al 1796, allora era una sorta di pudding di pane ripieno di mele.

Negli anni si è modificata fino ai giorni nostri, utilizzando biscotti e ripieni freschi diversi.

Deve avere però la classica forma bombata per chiamarsi Charlotte.

Provate.

  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Porzioni:

Ingredienti

Per il biscotto savoiardo

  • Albumi 320 g
  • Zucchero 290 g
  • Tuorli 214 g
  • Farina 00 320 g
  • Vaniglia 1 bacca
  • Zucchero a velo q.b.

Per la crema pasticcera

  • Latte 300 ml
  • Panna fresca liquida 60 ml
  • Tuorli 100 g
  • Zucchero 100 g
  • Amido di mais (maizena) 25 g
  • Colla di pesce 7 g
  • Scorza di limone 1

Inserto ai lamponi

  • Cioccolato bianco 500 g
  • Lamponi (frullati e passati) 500 g
  • Succo di limone 1 goccia

Per la crema bavarese

  • Crema pasticcera 585 g
  • Panna fresca liquida 600 ml

Per rifinire

  • Panna fresca liquida 300 ml
  • Frutti di bosco 300 g
  • Decori in cioccolato q.b.
  • Menta q.b.
  • Gelatina spray q.b.

Bagna veloce

  • Acqua 50 ml
  • Zucchero 2 cucchiai
  • Vaniglia 1/2 bacca
  • Scorza di limone q.b.

Preparazione

  1. Charlotte classica ai frutti di bosco

    Per l’inserto ai lamponi.

    Frullare i lamponi con un goccio di limone .

    Setacciare la purea togliere tutti i semini.

    Scaldare 1/3 della purea e sciogliervi il cioccolato bianco tritato finemente.

    Poco alla volta continuando a mescolare dal centro verso l’esterno aggiungervi il resto del frullato freddo.

    Versare il composto in uno stampo in silicone dal diametro di 22 cm.

    Congelarlo coperto da pellicola per almeno una notte.

    Preparare il biscotto savoiardo.

    Montare gli albumi unendo lo zucchero dopo due minuti.

    Aggiungere a filo i tuorli leggermente sbattuti precedentemente a parte.

    Unire la farina setacciata mescolando con una spatola dal basso verso l’alto.

    Versare il composto con un sac a poche su una teglia formando delle strisce attaccate.

    Coprire altre 2 teglie con il resto dell’impasto.

    Cuocere il tutto per circa 5/6 minuti a 200°.

    Togliere la carta da forno e lasciare raffreddare il tutto.

    Formare due dischi dal diametro di 22 cm.

    Dall’altro biscotto tagliare creando una fila alta circa 8/9 cm.

    Preparare la crema

    Preparare la crema pasticcera con classico metodo, montando i tuorli con lo zucchero e l’amido.

    Stemperarla poi con il latte e panna caldi e addensarla sul fuoco.

    Toglierla  e unirvi la colla di pesce ammorbidita precedentemente.

    Raffreddarla leggermente in frigorifero, ma non troppo.

    Montare la panna e unirvi la crema pasticcera.

    Preparare una bagna veloce analcolica

    Fare bollire l’acqua con lo zucchero la bacca di mezza vaniglia e la scorza di mezzo limone.

    Lasciarla raffreddare e conservarla in frigorifero.

  2. Composizione della torta

    Prendere un cerchio dal diametro di 24 cm  e appoggiare alla base il disco di biscotto dal diametro di 22 cm.

    Foderare i bordi del cerchio con una striscia di acetato e appoggiarvi l’altro biscotto alto circa 8/9 cm.

    Bagnare solo la base con lo sciroppo.

    Versare metà crema e l’inserto ancora congelato spingendolo un poco.

    Appoggiare l’altro disco di savoiardo e bagnarlo in  modo omogeneo.

    Ricoprire con il resto della crema rimasta e livellare bene la superficie.

    Congelare la torta per circa tre ore.

    Decorare la Charlotte

    Riprendere la torta e toglierla dallo stampo.

    Delicatamente  togliere il foglio di acetato per non rompere il biscotto ai lati.

    Montare la panna restante e formare dei ciuffi intorno con il sac à poche.

    Completare con frutti di bosco al centro, foglioline di menta e decori in cioccolato.

    Conservare naturalmente in frigorifero fino al momento del servizio.

    Completare con un bel nastro colorato a piacere.

    Ecco pronta la mia Charlotte classica ai frutti di bosco!

    Consigli e note

    -Le preparazioni sono tante, serve organizzazione. Io ho preparato il biscotto savoiardo, la bagna e l’inserto il giorno prima. Vedrete che in questo modo tutto sembrerà meno complicato!

    -Può essere anche preparata e congelata finita una settimana prima aggiungendo la decorazione finale e i frutti di bosco prima del servizio.

Note

Pubblicato da lemerendedellafranci

Ciao sono Francesca, per gli amici Franci. Mi diletto a far dolci per la mia famiglia e gli amici . Amo il profumo dello zucchero a velo, non posso vivere senza far torte!

2 Risposte a “Charlotte classica ai frutti di bosco”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *