Con questa ricetta iniziamo la “saga” dei piatti realizzati dall’amico romano Alessandro.

E’ un piatto semplice dal sapore mediterraneo, facile da preparare soprattutto se si è di fretta al rientro da una giornata di lavoro.

E’ un piatto “povero” ma d’effetto da preparare magari anche all’ultimo minuto, quando in frigo non c’è granche: gli ingredienti proposti, infatti, per questa ricetta sono facilmente reperibili in dispensa….o dalla “vicina di casa”, senza troppi imbarazzi.

Ingredienti per 4 persone:

IMG_165991841417825Ingredienti per 4 persone:

400 gr di Paccheri

8 filetti di acciughe sott’olio

due manciate di capperi sottosale circa 50-60gr

uno spicchio d’aglio

sale e olio q.b.

4 manciate di pane raffermo sminuzzato (deve essere più grossolano del pangrattato).

 

Si inizia con l’aglio, uno spicchio, da schiacciare e mettere in camicia con le acciughe sgocciolate dentro una padella larga, dove andremo poi a mantecare i paccheri.

Intanto che l’acqua bolle e i paccheri cuociono (min. 14/15), far soffriggere l’aglio nell’olio delle acciughe in modo da renderle come poltiglia, alla fine aggiungere i capperi ben sciacquati e scolati.

A cottura dei paccheri quasi raggiunta, scolateli al dente, e uniteli nella padella al sughetto. Mantecate generosamente con l’aiuto dell’acqua di cottura e aggiungete a cottura ultimata olio extravergine d’oliva e sale a piacere.

Una generosa mantecatura con acqua di cottura e aggiunta d’olio alla fine, a seconda che la pasta non sia già troppo oleata, e di sale, a seconda dei gusti.

Preparate infine la mollica sminuzzando nel mixer del pane raffermo; fatelo tostare in padella con un velo d’olio e aggiungetelo alla fine direttamente nel piatto.

 

IL CUOCO CONSIGLIA:

occhio al condimento! le acciughe per quanto scolate sono unte e pertanto prestate attenzione all’alio che aggiungete a fine mantecatura, per evitare che la pasta risulti troppo oleosa; Fate attenzione anche al sale: i capperi, per quanto sciacquati hanno il loro sale, quindi aggiungetene poco.

Per la scelta dei capperi, preferite quelli di Pantelleria I.G.P., dall’aroma sicuramente più intenso.