2015-09-06 19.02.13Estate per me equivale a pomodoro. Nell’orto di mio papà, tra luglio e agosto era un continuo raccoglierne e si preparavano in tutti i modi: dalla salsa alle insalate.
La ricetta che vi propongo oggi è tipica delle zone di origine di mia mamma. Nel cosentino i pomodori si “cunzano” così. Non so se vi è mai capitato di trascorrere delle vacanze da quelle parti, d’estate su tutte le tavole, potete trovare questo piatto.
Da quelle parti si coltiva un pomodoro fantastico, il pomodoro di Belmonte, difficile da trovare qui al nord. Ricordo che mia zia portava sempre della Semenza a mio papà affinché non mancassero mai sulla nostra tavola

Ingredienti:

4 pomodori tondi
1 cipolla rossa di Tropea (io bianca, rigorosamente dell’orto del papà)
4/5 foglie di basilico
Origano
Sale e Olio
1 cetriolo (facoltativo)

lavate i pomodori sotto l’acqua fresca, privateli del picciolo e delle parti bianche e tagliateli a pezzetti. Metteteli in una ciotola con un po’ di sale e lasciateli riposare per qualche minuto in modo da eliminare ll’acqua in eccesso.

Nel frattempo sbucciate la cipolla e tagliatela a fettine sottili secondo gradimento; io la lascio un po’ grossolana in modo che insaporisca l’insalata ma che possa essere scartata da chi non la gradisce. Lavate il basilico e tamponato con carta da cucina.

Scolate i pomodori per eliminare l’acqua in eccesso, unite cipolla, origano a piacere e il basilico spezzettato a mano Per ultimo condire con olio e.v.o e riporre in frigo prima di essere servita.

In Calabria si gusta molto fredda, per contrastare la temperatura delle altre pietanze.

Se gradito, si può aggiungere un cetriolo sbucciato e tagliato a pezzetti; unitelo sempre quale ultimo ingrediente prima del condimento.