SUCCO DI FRUTTA MELARANCIA

Il succo di frutta melarancia è facilissimo da preparare a casa. Con pochi ingredienti sani e genuini, possiamo preparare questa gustosa bevanda ai nostri bambini (e non solo per loro!) Basta poco tempo e la merenda è pronta! Ma è ottimo anche per colazione.

succo di frutta melarancia
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzionicirca 1 litro
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il succo di frutta melarancia

  • 800 gacqua
  • 350 gmele (peso della polpa)
  • 200 gsucco d’arancia
  • 50 gsucco di limone
  • 60 gzucchero

Strumenti

  • Robot da cucina Bimby TM31 – TM5 – TM6
  • Frullatore a immersione
  • Spremiagrumi
  • Tegame
  • Bacinella
  • Caraffa

Preparazione del succo di frutta melarancia

  1. Per prima cosa prendere le mele, tagliare in quattro parti nel senso della lunghezza e togliere il torsolo, poi la buccia e le eventuali parti ammaccate. Ora ogni spicchio dovrà essere tagliato a sua volta in pezzi più piccoli. Mettere in una bacinella.

  2. Con uno spremiagrumi, spremere il succo del limone (50gr) e delle arance (200gr) e versare sopra alle mele tagliate.

  3. CON IL BIMBY: Versare nel boccale l’acqua e lo zucchero per preparare uno sciroppo, cuocere a 100° velocità 1 per 10 minuti. Aprire il coperchio e aggiungere le mele a pezzettini. Ora bisogna frullare tutto partendo da velocità 1 fino ad arrivare a velocità 6. Questa operazione andrà fatta molto lentamente.

  4. Assicuratevi di tenere ben fermo il Bimby perché potrebbe muoversi parecchio, soprattutto all’inizio. Quando arrivate a velocità 6 lasciate in azione per circa 1 minuto. Travasare il succo di frutta ancora caldo in una caraffa e chiudere. Appena sarà freddo mettere in frigorifero.

  5. SENZA BIMBY: In una pentola capiente versare l’acqua con lo zucchero, mescolare e accendere il fuoco. Portare a bollore, poi dopo pochi minuti spegnere la fiamma e aggiungere la frutta a pezzettini.

  6. Ora, facendo molta attenzione a non scottarsi, bisognerà frullare molto bene il tutto. Potete usare un frullatore ad immersione. Travasare il succo di frutta ancora caldo in una caraffa e chiudere. Appena sarà freddo mettere in frigorifero.

  7. succo di frutta melarancia

    COME SI CONSERVA: Utilizzando la caraffa e la conservazione in frigorifero, il succo di frutta dovrà essere consumato entro breve tempo, al massimo in tre giorni. Oppure potete procedere in maniera diversa per poterlo conservare più a lungo.

  8. SOTTOVUOTO: Una volta pronto dovrete travasare il succo ancora caldo in bottiglie di vetro precedentemente sterilizzate. Chiuderle per bene e capovolgerle per far sì che si formi il sottovuoto. Si conserverà all’incirca un mese. Prima di servire agitare la bottiglia per amalgamare il succo. Una volta aperta la bottiglia mettere in frigo e consumare entro tre giorni.

  9. PASTORIZZAZIONE: Una volta pronto dovrete travasare il succo ancora caldo in bottiglie di vetro precedentemente sterilizzate. Mettere le bottiglie in una pentola contenente acqua fredda, accendere il fuoco e poi lasciare bollire per circa 20 minuti. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare le bottiglie al suo interno. Una volta fredde asciugare bene e conservare in un luogo al riparo dalla luce. Si conserverà per quasi un anno. Una volta aperta la bottiglia mettere in frigo e consumare entro tre giorni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ledolcezzedimammanene

Sono una "pasticciona" sempre con le mani in pasta... Mi diverte cucinare per le persone che amo, e adesso lo posso fare a tempo pieno! La mia passione, l'amore per il cibo e per la cucina mi è stato trasferito dalla mia nonna, che giornalmente preparava pasta fresca e leccornie per tutti. Cucinare e pasticciare mi rilassa... ma non sono sola, con me c'è il mio inseparabile Bimby!!! Un aiuto indispensabile!!! Adesso posso dire grazie nonna... grazie bimby ;) vi lovvo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.