LA COLOMBA

La colomba di Pasqua non può mancare! Ecco la ricetta che seguo per la preparazione. E’ semplice ma bisogna rispettare scrupolosamente i tempi di lievitazione per ottenere una buona riuscita. Nel giro di una giornata la vostra Colomba sarà pronta. Io ho usato il Bimby ma può essere anche utilizzata una planetaria. Vediamo come fare.

Colomba

LA COLOMBA PASQUALE

Per l’impasto (più o meno ci vorranno 10 ore totali, tra lievitazioni e preparazioni)

 Le dosi sono per uno stampo da 1,5kg. Si possono usare anche due stampi da 750gr.

  • 550 gr di farina manitoba
  • 2 uova intere e 1 tuorlo
  • 100 gr di burro
  • 170 gr di zucchero
  • 130gr di latte intero o parzialmente scremato
  • 10gr di miele
  • 25 gr di lievito di birra
  • scorza di 1 arancia non trattata
  • scorza di 1 limone non trattato
  • 30gr di mandorle senza pellicina
  • 2 vanilline (o semi di 1 bacca di vaniglia)
  • 5 grammi di sale
  • per la farcitura : 70 gr di uvetta o canditi o gocce di cioccolato

Per la glassa la cioccolato:

  • 150 gr di cioccolato fondente
  • granella o fettine di mandorla
  • zucchero a granelli

Per la glassa classica:

  • 1 albume
  • 50gr di zucchero a velo
  • 25gr di mandorle senza pellicina
  • 25gr di nocciole senza pellicina
  • zucchero a velo per spolverare
  • mandorle intere per decorare

Per l’impasto

Per prima cosa mettere nel boccale le scorze, lavate e asciugate, di limone e arancia. Unire 50gr di zucchero (preso dal totale) e le mandorle. Tritare a velocità 8 per 10 secondi. Con la spatola portare al centro il composto e ripetere l’operazione. Mettere da parte e usare il boccale anche sporco per preparare l’impasto.

Colomba

1° impasto: mettere nel boccale il lievito con 40 grammi di latte e il miele, azionare per 3 minuti 37° velocità 1, aggiungere poi 50 grammi di farina e 1 cucchiaino di zucchero. Impastare per 1 minuto velocità 4; chiudere il coperchio con il misurino e far riposare per 30 minuti.

Colomba

2° impasto: aggiungere all’impasto lievitato 100 grammi di farina e 100 grammi di latte freddo, impastare per 30 secondi velocità 3; lasciare riposare per 1 ora.

3°impasto: unire altri 100 grami di farina, 20 grammi di zucchero e 20 grammi di burro morbido a pezzettini, 30gr di latte freddo e impastare per 15 secondi velocità 4 poi 2 minuti velocità Spiga; lasciare lievitare fino al raddoppio (circa 1 ora).

Colomba

4° impasto: Sgonfiare l’impasto, velocità 3 per 5 secondi. Aggiungere i restanti 300 grammi di farina, le uova fredde da frigorifero, il rimanente burro morbido, i restanti 120 grammi di zucchero, 2 pizzichi di sale, le vanilline e la scorza grattugiata di arancio e limone. Lavorare 20 secondi a velocità 4 e poi 3 minuti velocità Spiga. Trasferire l’impasto in una ciotola e far lievitare dalle 2 alle 3 ore coperta (se serve aiutarsi con le mani sporche di olio perché appiccica un pochino). Impastare nuovamente, aggiungere i canditi e poi mettere la massa nello stampo. Formare il corpo della colomba e le due ali. Mettere nel forno spento e lasciare lievitare finchè raggiunge il bordo (ci vorranno circa 5 ore) Trascorso il tempo accendere il forno statico a 175°. Preparare la glassa (vedi sotto) e mettere sulla colomba. Poi cuocere per 50-60 minuti, posizionandola al centro del forno stesso, ne troppo in alto ne troppo in basso! (se durante la cottura si scurisce troppo coprire con alluminio). Fare la prova stuzzicadenti e se necessita prolungare la cottura. Una volta cotta infilzare con dei ferri e fare raffreddare a testa in giù, come per i panettoni.

Colomba

Per la glassa al cioccolato: Preparare la glassa mettendo nel boccale il cioccolato, tritare 10 secondi velocità 7 poi sciogliere 3 minuti a 50° velocità 3, quindi ricoprire la colomba e aggiungere le mandorle o la granella di zucchero e far raffreddare.

Per la glassa classica: Mettere nel boccale le mandorle, le nocciole e lo zucchero, tritare 5 secondi velocità 10. Riunire sul fondo con la spatola e tritare ancora 10 secondi velocità 6. Riunire sul fondo. Aggiungere l’albume e amalgamare 20 secondi velocità 4. Versare la glassa sulla colomba dopo l’ultima lievitazione e prima di infornare.

La colomba si può anche confezionare in un sacchetto, ma prima devono almeno passare 10 ore dal raffreddamento. A questo punto bisognerà indossare dei guanti in lattice per maneggiare la colomba onde evitare che si formino muffe durante il confezionamento. Metterla in un sacchetto in propilene per alimenti nel quale precedentemente sarà stato nebulizzato dell’alcool buongusto 95° (l’alcool che si utilizza per fare i liquori). Così confezionata e conservata in un ambiente asciutto e fresco (non umido) durerà fino a 60 giorni!

 

 

Pubblicato da ledolcezzedimammanene

Sono una "pasticciona" sempre con le mani in pasta... Mi diverte cucinare per le persone che amo, e adesso lo posso fare a tempo pieno! La mia passione, l'amore per il cibo e per la cucina mi è stato trasferito dalla mia nonna, che giornalmente preparava pasta fresca e leccornie per tutti. Cucinare e pasticciare mi rilassa... ma non sono sola, con me c'è il mio inseparabile Bimby!!! Un aiuto indispensabile!!! Adesso posso dire grazie nonna... grazie bimby ;) vi lovvo!!!

2 Risposte a “LA COLOMBA”

  1. Salve, vorrei provare questa ricetta della colomba. Una domanda, in famiglia nn sono amanti ne di canditi ne di uvetta, posso ometterla??senza aggiungere nemmeno gocce di cioccolata?? Altra domanda se nn ho detto come posso farla raffreddare??
    Altri piccoli trucchetti per una principiante????

    1. Ciao! certo puoi tranquillamente non mettere nulla.
      Per farla raffreddare puoi lasciarla in forno con lo sportello leggermente aperto, oppure la tiri fuori e la lasci raffreddare su una gratella. Non serve fare come per il panettone ^_^
      Ti consiglio di seguire bene le indicazioni e aspettare sempre il raddoppio del volume per la lievitazione (gli orari sono indicativi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.