Torta di mele

torta di mele

In ogni ricettario che si rispetti non può mancare la torta di mele. Tradizionale, genuina, casalinga, la torta di mele fa tanto “casa”. Ogni famiglia ha la sua ricetta, riportata su un foglietto impiastricciato e ingiallito dal tempo che continua ad essere tramandato da mamma in figlia. La torta di mele è il classico dolce casalingo, che si prepara quando si ha voglia di un dolce, purché sia sano e nutriente.

Privilegiare, ad esempio, l’utilizzo di farine integrali e dolcificanti naturali è sicuramente una scelta salutare, a vantaggio del gusto e del benessere.

torta mele

Ricetta per preparare la torta di mele

Ingredienti

  • 3 mele Golden o Renette
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 3 uova
  • 2 cucchiai di miele
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 100 ml di latte (anche vegetale)
  • 180 gr di farina integrale
  • 100 gr di noci
  • 1 pizzico di sale
  • 7 gr di lievito in polvere per dolci
  • Succo di un limone

Procedimento

– Tagliare le mele a dadini (tenendo da parte mezza mela per la decorazione) e lasciare macerare con il succo di limone e la cannella

– Montare gli albumi

– In una terrina a parte lavorare i tuorli con il miele

– Aggiungere l’olio ed il latte

– Aggiungere poco alla volta e mescolando la farina setacciata

– Aggiungere un pizzico di sale e il lievito chimico

– Rivestire con carta forno una teglia rotonda di 24 cm di diametro

– Versare l’impasto

– Tagliare a fettine la mezza mela tenuta da parte e disporre a raggera sulla superficie dell’impasto

– Cuocere a 180°C in forno ventilato per 20 minuti circa (oppure nel forno statico per 30 minuti)

Il consiglio di leBriciole

Puoi utilizzare la farina integrale che più preferisci: di grano, di kamut, di farro o di orzo; e, se sei sensibile al frumento o al glutine, puoi utilizzare quella di grano saraceno.

Se sei sensibile ai latticini, usa il latte vegetale senza zucchero (di cocco, di mandorla, di avena, di riso, di soia).

Se sei sensibile al nichel usa il burro al posto dell’olio.

Le noci presenti in questa ricetta contribuiscono a ridurne l’impatto glicemico per la presenza di grassi buoni e di proteine. In particolare ho scelto di utilizzare le noci di Macadamia, le mie preferite, perché ricchissime di grassi monoinsaturi (59 g contro i soli 9 g delle noci tradizionali). Questa caratteristica le rende più equilibrate, e assolutamente tollerate anche da chi ha intolleranze, colon irritabile o fenomeni infiammatori cronici (dermatiti, acne, malattie croniche).

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi sulla pagina Facebook di leBriciole (CLICCA QUI) e intervieni anche tu sul gruppo di discussione Dieta GIFT e food sensitivities (CLICCA QUI).

Per non perderti tutte le novità, i nuovi articoli e le offerte riservate ai miei lettori ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER (CLICCA QUI)

Per mangiare bene e stare in forma è importante imparare a fare la spesa: dai un’occhiata al mio Bio Shop on line e troverai una scelta di prodotti sani e genuini che ho selezionato per te. E in più… tanti sconti e promozioni e consegna gratuita (per ordini superiori a 29 euro) entro 24-48 ore direttamente a casa tua!!!

Se ti interessano questi argomenti e vuoi saperne di più su Dieta GIFT, su di me e la mia storia ti suggerisco queste letture:

Articoli consigliati

Libri consigliati

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Tesco Homeplus virtual store Successivo Uova in cocotte