Praline di cereali al cioccolato

Le praline di cereali al cioccolato sono dolcetti deliziosi, semplici e veloci da preparare, anche con l’aiuto dei più piccini. Ci si può sbizzarrire inventando le combinazioni più diverse, scegliendo la qualità di cioccolato preferita e aggiungendo a piacere frutta seccagranella di cocco, caffè, liquore o miele.

praline di cereali al cioccolato
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    0 minuti
  • Porzioni:
    40 praline
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • cioccolato fondente 200 g
  • Cereali ((Corn flakes, riso o cereali soffiati)) 140 g
  • Mix di frutta secca/essiccata ((Noci, nocciole, mandorle, pistacchi)) 50 g
  • Panna fresca liquida ((O latte di cocco full fat)) 100 ml

Preparazione

  1. 1. Fondere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato spezzettato

  2. 2. Incorporare la panna e mescolare

  3. 3. Aggiungere i cereali, la frutta secca tritata grossolanamente e mescolare

  4. 4. Formare le palline di cerali al cioccolato con l’aiuto di due cucchiaini

  5. 5. Disporre le praline nei pirottini di carta

  6. 6. Lasciare solidificare in frigorifero per almeno 3 ore

Il consiglio di leBriciole

Puoi realizzare le tue praline di cereali al cioccolato per “riciclare” uova di Pasqua e i cereali da colazione che solitamente rimangono sminuzzati sul fondo della confezione.

Per una versione senza latticini, utilizza il latte di cocco full fat (80%) al posto della panna.

Divertiti a prepararle anche con i bambini, ma anche i più grandi non disdegneranno di gustarle insieme al caffè o sorseggiando del liquore.

Le praline di cereali al cioccolato sono un dessert senza sensi di colpa, senza grassi e zuccheri aggiunti: l’importante è scegliere del cioccolato fondente di qualità, prestando attenzione all’etichetta e in particolare alla lista degli ingredienti, che devono essere indicati in ordine decrescente di quantità (per approfondire leggi qui).

Il cioccolato è buono, mette di buonumore e ha notoriamente un effetto antistress. Perché limitarlo dunque alle feste o ai momenti di depressione e difficoltà?

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi anche sulla mia PAGINA FACEBOOKe  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri cosa può fare per te una PROFESSIONAL ORGANIZER CLICCA QUI

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Cameretta montessori: gli elementi indispensabili Successivo Granola fatta in casa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.