Come coltivare un orto sul balcone

Coltivare un piccolo orto sul balcone è una pratica sempre più diffusa anche nel nostro Paese, dove i cosiddetti Hobby farmer sono ben 2,7 milioni, senza particolari distinzioni di sesso o professione.

Complice senz’altro la crisi, perché autoprodurre costa meno, è innegabile tuttavia che seminare, curare e magari mangiare un frutto o un ortaggio dal proprio orto sul balcone dà grandi soddisfazioni.

A noi italiani piace coltivare soprattutto le erbe aromatiche seguite da fragole, pomodori, lamponi e more. Lo rivelano i dati di un sondaggio condotto da Bakker, azienda che si occupa della vendita on line di prodotti di giardinaggio.

Gli esperti Bakker suggeriscono inoltre, soprattutto ai neofiti, di iniziare a coltivare il proprio orto sul balcone con 6 prodotti che non richiedono un particolare impegno, ma che regalano grandi soddisfazioni. Vediamo insieme quali sono:

PRIMAVERA/ESTATE: cosa coltivare

Pomodori a grappolo / ciliegini

FONTE IMMAGINE: http://s3.amazonaws.com
FONTE IMMAGINE: http://s3.amazonaws.com

Dove piantarli: piantali in vaso, anche piccolo, con terriccio fresco. I ciliegini soffrono il freddo: riponi quindi il vaso al sole o, se possibile, in una mini serra.

Quando: semina i ciliegini da marzo ad aprile, potrai raccoglierli da luglio a ottobre.

Come curarli: pianta i semi ad una profondità di 0,5 cm; dopo circa 15 giorni puoi trapiantare le piantine germogliate in vasi/contenitori più grandi. Annaffia con regolarità in modo da mantenere la terra sempre umida e aggiungi il fertilizzante all’acqua. A settembre taglia le foglie che nascondono i frutti in modo che prendano un bel colore al contatto con il sole.

Ravanelli

FONTE IMMAGINE: http://s3.amazonaws.com
FONTE IMMAGINE: http://s3.amazonaws.com

Dove piantarli: piantali in vaso basso e largo, profondo almeno 20 centimetri con un misto di terriccio universale e stallatico, e riponilo alla luce del sole.

Quando: semina i ravanelli da marzo ad agosto. I semi germineranno in soli 6-14 giorni e potrai raccogliere i ravanelli dopo circa 3 settimane dalla semina.

Come curarli: quando pianti, ricopri i semi con mezzo centimetro di terreno, pressa e innaffia regolarmente.

Erbe aromatiche

FONTE IMMAGINE: www.mondodelgusto.it
FONTE IMMAGINE: www.mondodelgusto.it

Tra le erbe aromatiche, le più semplici e comuni sono il prezzemolo e il basilico.
Prezzemolo da taglio: semina il prezzemolo da aprile a giugno e riponi i vasi all’ombra. Annaffia abbondantemente ma senza ristagni di acqua. La raccolta è disponibile da maggio ad ottobre: taglia alla base del gambo con un coltello o una forbice per evitare di strappare tutta la pianta.

Basilico: semina il basilico a primavera e posiziona il vaso in una zona ben soleggiata.  Annaffia abbondantemente solo in terreno, ma evita i ristagni d’acqua. La raccolta avviene circa 6-8 settimane dopo la semina, generalmente da luglio a settembre.

Fragole Rampicanti

FONTE IMMAGINE: www.inorto.org
FONTE IMMAGINE: www.inorto.org

Dove piantarle: pianta le fragole in un vaso abbastanza grande da posizionare al sole, e utilizzando una rete per guidare la crescita della pianta.

Quando: semina le fragole tra febbraio e aprile, e raccoglile tra giugno e ottobre.

Come curarle: mantieni sempre umido il terreno umido e fertilizza regolarmente utilizzando un concime specifico per fragole. Per evitare che i gambi si rompano sotto il peso dei frutti legali con delle fascette ad un telaio o ad uno steccato.

AUTUNNO/INVERNO: cosa coltivare

Lattuga invernale

FONTE IMMAGINE: www.coltivarelorto.it
FONTE IMMAGINE: www.coltivarelorto.it

Dove piantarla: acquista le piantine da 5-6 foglie alte 5-7 cm e piantale in vasi o direttamente nel terreno predisponendo una protezione con del tessuto non tessuto per il freddo notturno e le eventuali gelate.

Quando: semina la lattuga invernale entro la fine dell’autunno.

Come curarla: si consigliano irrigazioni frequenti, in particolare subito dopo il trapianto e quando si forma il cespo. Se si raccolgono le lattughe da cespo si taglia tutto il cespo, mentre le varietà da taglio consentono più raccolte l’anno e si tagliano le foglie di insalata, aspettando poi che ricrescano un’altra volta per una seconda raccolta.

Mirtillo Northsky

FONTE IMMAGINE: www.giardinaggionline.net
FONTE IMMAGINE: www.giardinaggionline.net

Dove piantarlo: semina il mirtillo in un vaso non troppo grande, e posizionalo in un’area soleggiata o parzialmente in ombra.

Quando: semina il mirtillo da ottobre ad aprile e raccogli i frutti tra luglio e agosto.

Come curarlo: per favorire l’attecchimento e lo sviluppo, rivesti l’interno di un vaso poroso con della plastica. Per far seccare più lentamente il terriccio aggiungi della torba per rendere la terra più acida. Mantieni sempre umido il terreno utilizzando preferibilmente acqua piovana.  Concima in primavera per stimolare la crescita e durante l’inverno copri le radici con uno strato di circa 5 cm di foglie secche e compost.

Peperoni da vaso

FONTE IMMAGINE: www.stile.it
FONTE IMMAGINE: www.stile.it

Dove piantarli: coltivali in vaso o semenzaio sul terrazzo o in una mini serra.

Quando: semina i peperoni a febbraio-marzo,  e inizia la raccolta dopo 2 mesi.

Come curarli: per accelerare la germinazione immergi i semi per una notte in acqua prima di procedere con la semina. Germogliano in circa 10 giorni. Una volta germogliate, esponi le piantine al sole e trapiantale quando raggiungono i 10 cm di altezza. Annaffia abbondantemente facendo attenzione ad evitare i ristagni. I germogli laterali devono essere potati perché sottraggono energia vitale alla pianta.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Quiche asparagi e salmone Successivo Broccoli gratinati