Marmellata fatta in casa

Kumquat-Marmalade-6

Preparare la marmellata fatta in casa è semplice, economico e permette di gustare la propria frutta preferita tutto l’anno, anche fuori stagione. La marmellata fatta in casa è perfetta per la colazione, da spalmare sulle fette di pane integrale o sulle gallette di riso, o sulle crepes e i pancake.

Anche quando si tratta di acquistare la marmellata confezionata scelgo sempre quella senza zucchero: in commercio sono sempre più diffusi prodotti che riportano espressamente in etichetta “contenente solo zuccheri naturalmente presenti nella frutta”.

Negli ultimi anni, infatti, gli effetti negativi dello zucchero (saccarosio), diretti e indiretti, stanno emergendo con sempre maggiore chiarezza.

Anche nel proprio ambiente domestico è possibile produrre la propria marmellata fatta in casa senza zucchero, con meno calorie ma ugualmente gustosa e genuina, perché preparata senza conservanti o dolcificanti di dubbia provenienza.

Vediamo insieme come preparare marmellata fatta in casa con due metodi: uno più tradizionale e l’altro più originale, ma altrettanto valido.

Nel primo caso, per ottenere la giusta consistenza, aggiungeremo ogni 500 grammi di frutta una mela che, con la sua pectina naturale, donerà densità e cremosità alla nostra marmellata fatta in casa.

Nel secondo caso useremo i semi di chia, come agenti gelificanti con un metodo di preparazione “a freddo” che non richiede cottura. I semi di chia sono ricchi di omega 3 sono una fonte di proteine facilmente digeribili, ferro, calcio e fibre.

1° METODO – TRADIZIONALE

Ingredienti per preparare la marmellata fatta in casa

– 500 g di frutta fresca a piacere molto matura

– 1/2 bicchiere di acqua tiepida

– Succo di mezzo limone

– 1 mela tagliata a pezzetti

Procedimento

Sterilizzare i barattoli di vetro

– Lavare con cura la frutta, privarla di foglie, piccioli, bucce e semi e asciugarla con un panno pulito

– Tagliare la frutta a pezzettini

– Lasciare macerare i pezzetti di frutta in una terrina con il succo di mezzo limone per 70-80 minuti

– Versare la frutta in una pentola dai bordi alti e cuocere a fuoco basso con l’aggiunta di mezzo bicchiere d’acqua. I tempi di cottura dipendono dalla frutta: per esempio le albicocche, le pesche e le prugne necessitano almeno di 40 minuti, mentre per le fragole, i lamponi e il ribes ne bastano anche solo 20

– É sufficiente girare delicatamente con il cucchiaio qualche volta per evitare che il composto si attacchi al fondo della pentola

– Se si desidera ottenere una marmellata fatta in casa molto omogenea, frullare con un frullatore ad immersione

– Spegnere il fuoco e versare la marmellata con un mestolo nei barattoli di vetro precedentemente sterilizzati

– Chiudere i coperchi, rovesciare i barattoli e lasciarli in questa posizione per 48 ore. Capovolgendo i barattoli il tappo dovrebbe mostrare una leggera curvatura verso l’interno

– La marmellata, una volta trasferita in un luogo fresco e, soprattutto, asciutto si manterrà senza problemi per circa 3 mesi. Una volta aperta, la marmellata fatta in casa va consumata massimo in 3 giorni.

2° METODO – CON I SEMI DI CHIA

Ingredienti per preparare la marmellata fatta in casa

– 500 gr di frutta fresca a piacere molto matura

– Succo di 1/2 limone

– Mezzo bicchiere di acqua tiepida

– 4 cucchiai di semi di chia

Procedimento

Sterilizzare i barattoli di vetro

– Lavare con cura la frutta, privarla di foglie, piccioli, bucce e semi e asciugarla con un panno pulito

– Tagliare la frutta a pezzettini

– Lasciare macerare i pezzetti di frutta in una terrina con il succo di mezzo limone per 70-80 minuti

– Frullare nel mixer o nel frullatore

– Aggiungere i semi di chia

– Mescolare 2/3 volte nell’arco di un’ora

– Versare il composto con un mestolo nei barattoli di vetro precedentemente sterilizzati

– Chiudere i barattoli e lasciare riposare in frigo per una notte intera.
Durante questo lasso di tempo i semi di chia avranno agito come agente gelificante conferendo alla nostra preparazione la tipica consistenza delle conserve tradizionali

– A causa della mancanza di cottura questa preparazione deve essere consumata entro massimo una settimana

how-to-make-chia-seed-jam-7

Il consiglio di leBriciole

Personalizza la tua marmellata fatta in casa aggiungendo le spezie e gli aromi che più preferisci. Ti suggerisco solo alcune delle possibili combinazioni:

– fichi e alloro

– pere, cannella e zenzero

– castagne e vaniglia

– fichi e zenzero

– zucca e cannella

– pesche e rosmarino

– mele, noci e zenzero

– uva, mele, pere e cannella

Se sei intollerante a Nichel e Salicilati, scegli la frutta che puoi assumere controllando le tabelle.

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi sulla pagina Facebook di leBriciole (CLICCA QUI) e intervieni anche tu sul gruppo di discussione Dieta GIFT e Intolleranze Alimentari (CLICCA QUI).

Per non perderti tutte le novità, i nuovi articoli e le offerte riservate ai miei lettori ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER (CLICCA QUI)

Se ti interessano questi argomenti e vuoi saperne di più su Dieta GIFT, su di me e la mia storia ti suggerisco queste letture:

Articoli consigliati

Libri consigliati

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Scorze di arance candite Successivo Expo 2015 e Salone del Mobile