Guardaroba dei bambini

Baby girl chooses dress at closet

Persone de fotografie diseñado por Bearfotos – Freepik.com

Con l’arrivo della primavera si pensa subito al cambio stagione: un’occasione per riorganizzare il guardaroba dei bambini in modo più semplice e pratico.

Soprattutto se si tratta di quello dei più piccoli perché al mattino, si sa, è sempre una corsa, e i bimbi più grandicelli vogliono (giustamente) iniziare a scegliere da soli cosa indossare.

E quindi come fare per renderli il più possibile autonomi senza impazzire a raccattare in giro calzini spaiati?

Iniziamo con il rispondere a questa semplice domanda: di quanti vestiti hanno veramente bisogno i nostri piccoli?

Meno di quelli che crediamo, o che vogliono portarci a credere…

Io sono arrivata ad una mia personalissima lista che voglio condividere con voi. Si tratta di un guardaroba estate/inverno che in genere preferisco tenere a portata di mano. Di fatto quindi non faccio un vero e proprio cambio stagione: nel senso che non metto via negli scatoloni i vestiti dell’inverno se ancora la taglia è quella giusta, in quanto può capitare per esempio di andare in vacanza ad agosto in montagna e quindi di utilizzare l’abbigliamento più pesante, o di utilizzare, viceversa, magliette a maniche corte in inverno quando gli ambienti al chiuso sono molto riscaldati.

Semplicemente inverto la posizione: nei cassetti più in alto o nei ripiani più accessibili dispongo gli abiti propriamente della stagione e gli altri li metto un po’ più defilati, ma comunque facilmente raggiungibili.

Ecco quindi l’elenco del guardaroba dei bambini:

  • 1 impermeabile
  • 1 giacca a vento
  • 1 un gilet smanicato
  • 1 piumino invernale
  • 10 magliette di cotone a manica lunga
  • 10 magliette di cotone a manica corta
  • 7 pantaloncini
  • 7 pantaloni (tipo tuta o leggins)
  • 1 paio di jeans
  • 1 pantalone o gonna
  • 1 pile
  • 1 felpa
  • 2 maglioncini di lana
  • 2 maglioncini cotone
  • 5 paia di pantaloni
  • 1 paio di scarpe da ginnastica
  • 1 paio di scarpe eleganti
  • 1 paio di sandaletti
  • 1 paio di pantofole
  • 1 paio di stivaletti di gomma per la pioggia
  • 1 cappellino con la visiera
  • 1 passamontagna o cappello e sciarpa
  • 1 paio di guanti
  • 7 canottiere/body di cotone
  • 7 mutandine
  • 7 paia di calze
  • 2 paia di calzamaglie
  • 2 pigiami a manica e pantalone lungo
  • 2 pigiami a manica corta e pantaloncino
  • 2 completi eleganti
  • 1 tuta da neve impermeabile
  • 2 costumi da bagno

Come dicevo, si tratta di una mia personalissima lista. Ognuno può personalizzarla in base alle esigenze della propria famiglia.

Ad ogni modo, quando si parla di guardaroba dei bambini, per me, è importante sempre privilegiare praticità ed autonomia.

Già a due e tre anni i bambini riescono a scegliere e a indossare i vestiti da soli. Certo, bisogna mettere in conto almeno una mezzora di ritardo… ma l’autonomia è la massima soddisfazione per un bambino e per mamma e papà l’occasione per bere un caffè insieme intanto che loro si cimentano a fare da soli.

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi anche sulla mia PAGINA FACEBOOK e  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri cosa può fare per te una PROFESSIONAL ORGANIZER CLICCA QUI

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Tiramisù allo yogurt Successivo Insalata di riso con avocado, pollo e mela verde