Frittata radicchio e funghi

 

Frittata radicchio e funghi: un sodalizio perfetto, quello dei funghi con il radicchio, collaudato dalla nostra tradizione culinaria. Due prodotti di stagione dal sapore inconfondibile e dai colori che richiamano l’intensità delle tinte delle foglie autunnali e che non dovrebbero mai mancare nelle nostre tavole per le straordinarie virtù che offrono alla nostra salute.

Per consultare la lista della spesa d’autunno CLICCA QUI

Il radicchio rosso – ricco di potassio, fosforo, sodio, ferro, magnesio, manganese, rame, calcio, vitamine e aminoacidi – è un validissimo aiuto nella cura dell’inappetenza: il suo sapore amarognolo, infatti, lo rende utile per stimolare l’appetito e una buona digestione.

I funghi sono formati per il 90% circa di acqua: sono dunque poco calorici, ma allo stesso tempo molto gustosi e versatili in cucina. Contengono proteine vegetali (da 3 al 6%), zuccheri (circa il 4%), vitamine del gruppo B e un discreto quantitativo di sali minerali. Sono indicati a chi segue diete depurative, a chi soffre di stitichezza, di calcoli ai reni e, per lo scarso contenuto proteico, a chi è affetto da gotta.

Ricetta per preparare la frittata radicchio e funghi

Ingredienti per 4 persone

  • 4 uova
  • 100 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 500 gr di trevisana tardiva
  • 2 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio d’oliva
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe nero
  • 300 gr di funghi porcini

Procedimento

– Mondare il radicchio eliminando una parte della radice e le foglie esterne

– Tagliare a listarelle e saltare in padella con un po’ d’olio, sale, pepe e lo scalogno tritato

– In una terrina sbattere le uova con il parmigiano e il pepe nero

– Aggiungere il radicchio saltato

– In una padella scaldare l’olio

– Versare il composto

– Non appena si è rappresa e dorata da un lato, capovolgere la frittata con l’aiuto di un coperchio o di un piatto, riversare in padella e continuare la cottura dall’altro lato

– Togliere dal fuoco e adagiare su un piatto con un foglio di carta assorbente

– Disporre la frittata su un piatto da portata

– Rimuovere i residui di terra dai funghi con un panno umido

– Tagliare a pezzetti

– In una padella soffriggere l’aglio con un po’ d’olio

– Saltare i funghi

– Disporre i funghi sopra la frittata

– Decorare con un po’ di prezzemolo tritato

Il consiglio di leBriciole

In alternativa alla frittura, puoi cuocere il composto in forno a 200° per circa 20 minuti in una teglia rivestita con carta forno.

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi sulla pagina Facebook di leBriciole (CLICCA QUI) e intervieni anche tu sul gruppo di discussione Dieta GIFT e food sensitivities (CLICCA QUI).

Per non perderti tutte le novità, i nuovi articoli e le offerte riservate ai miei lettori ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER (CLICCA QUI)

Per mangiare bene e stare in forma è importante imparare a fare la spesa: dai un’occhiata al mio Bio Shop on line e troverai una scelta di prodotti sani e genuini che ho selezionato per te. E in più… tanti sconti e promozioni e consegna gratuita (per ordini superiori a 29 euro) entro 24-48 ore direttamente a casa tua!!!

Se ti interessano questi argomenti e vuoi saperne di più su Dieta GIFT, su di me e la mia storia ti suggerisco queste letture:

Articoli consigliati

Libri consigliati

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Stelline di spinaci alla fonduta Successivo Sapere coltivare e coltivare il sapere: best practices