Come apparecchiare la tavola

 FONTE IMMAGINE: www.paperandlace.com

FONTE IMMAGINE: www.paperandlace.com

Avete in programma una cena importante o semplicemente amate coccolare voi e la vostra famiglia con una tavola sempre speciale?

Sapere come apparecchiare la tavola, seguendo alcune regole imposte dal galateo, è un’attenzione da riservare ai propri ospiti, è indice di raffinatezza e di buona educazione.

Dimensioni della tavola

La tavola deve essere grande, in modo che i commensali siano comodi, ma non troppo: la distanza eccessiva tra un invitato e l’altro potrebbe raffreddare l’atmosfera e non favorire la conversazione. Il tavolo ideale è quello che consente di avere 70 centimetri di spazio tra il centro di un piatto e l’altro. Le sedie, se il ricevimento è formale, devono essere tutte uguali.

Scelta del tovagliato

Prima di mettere la tovaglia è buona norma rivestire il tavolo con un mollettone in pannolenci per proteggerlo dal calore e per attutire il rumore delle stoviglie.

La tovaglia può essere di lino o di cotone, a disegni o a tinta unita, ma ben deve adattarsi al genere di ricevimento e del servizio di piatti. La tovaglia dovrebbe avere una caduta laterale compresa tra i 40 cm ed i 50 cm. I tovaglioli, ovviamente coordinati, dovranno essere sistemati alla sinistra del piatto.

Le tovagliette all’americana, una per ogni commensale, sono sfiziose e ne esistono anche di molto eleganti, ma è preferibile comunque utilizzarle per occasioni informali, in famiglia o tra amici e, soprattutto, solo a colazione.

Centrotavola

Abbellire la tavola con centrotavola di fiori o di frutta ben si presta a qualunque tavola, l’importante è che le composizioni siano basse e poco ingombranti per non ostacolare i movimenti e impedire la vista ai commensali.

Per una serata particolarmente romantica e raffinata è meglio optare invece per una coppia di candelieri abbastanza alti in modo che la fiamma non ondeggi allo stesso livello degli occhi.

I piatti

I piatti vanno disposti equidistanti tra loro, sui sottopiatti o direttamente sulla tovaglia. Se presentano decori, questi devono essere rivolti verso il bordo del tavolo, per favorirne la corretta visuale ai commensali.

Si possono apparecchiare fino a tre piatti, per l’antipasto, il primo e il secondo e il piattino per il pane in alto a sinistra. Gli altri piatti, necessari alle portate previste dal menu, dovranno essere a portata di mano, disposti su un tavolino o su un carrello.

Sopra il piatto piano si colloca la fondina per minestre o tazza per consommé: ma, attenzione! Tutte le portate, ad eccezione di minestre in brodo e consommé, vanno servite nei piatti piani, inclusi risotti e paste asciutte.

La mezzaluna dell’insalata viene posizionata a sinistra del piatto dopo aver servito i primi.

Le posate

Le forchette (normale e da pesce) vanno posizionate alla sinistra del piatto con i rebbi rivolti verso l’alto; alla destra il coltello con la lama rivolta verso il piatto, seguito o sostituito dal coltello del pesce rispettivamente se il menu è misto o esclusivamente di pesce.

Il cucchiaio, solo in caso in cui venga servita una minestra in brodo, viene posizionato alla destra del piatto e dei coltelli, con la parte concava in alto.

La pinza per le lumache si colloca a sinistra e la forchetta a destra, come pure a destra trova posto la forchetta specifica per l’aragosta.

Le posate da frutta e da dessert si dispongono orizzontalmente davanti al piatto: la forchetta con impugnatura rivolta verso sinistra e il cucchiaio (medio per creme o paletta per gelato, semifreddo o sorbetto) verso destra. Tra i due può essere inserito anche il coltello da frutta nello stesso senso del cucchiaino.

I bicchieri

I bicchieri vanno posizionati leggermente a destra del piatto davanti al coltello. Devono essere almeno due, uno per l’acqua più grande e, alla sua destra, uno per il vino più piccolo. Se sono previsti più vini si possono aggiungere al massimo altri due bicchieri, tra cui il flute o coppa per il vino da brindisi o da dessert, da posizionare alle spalle dei primi tre. Quando si pasteggia a champagne verranno apperecchiati solo due bicchieri: uno da acqua e uno da champagne.

Sulla tavola non possono mancare sale e pepe: una sola saliera e un solo macinapepe sono sufficienti per i pranzi informali, mentre nelle occasioni importanti viene disposta una piccola saliera ed un portapepe tra due piatti.
Altri oggetti come la formaggera, le mezzelune da insalata, da posizionare alla sinistra di ogni piatto, la salsiera o le coppette lavadita, vengono portati a tavola solo se e quando sono necessari.

Ecco di seguito alcuni schemi per aiutarci a visualizzare e memorizzare meglio la disposizione dell’apparecchiato.

Come apparecchiare la tavola: colazione normale

colazione-normale-b

1. piattino da burro
2. coltello da burro
3. bicchiere da acqua
4. bicchiere da vino
5. coltello da formaggio o da frutta
6. forchetta da formaggio o da frutta
7. forchetta 1^ pietanza
8. forchetta 2^ pietanza
9. tovagliolo
10. piatto piano
11. coltello

Come apparecchiare la tavola: pranzo normale

pranzo-normale-b

1. piattino per il pane
2. bicchiere da acqua
3. bicchiere da vino rosso
4. bicchiere da vino bianco
5. bicchiere da vino dessert
6. cucchiaio da dolce
7. forchetta da dolce o frutta
8. tovagliolo
9. forchetta 1^ portata
10. forchetta 2^ portata
11. piatto
12. coltello
13. cucchiaio per la minestra

Come apparecchiare la tavola: pranzo elegante

pranzo-elegante-b

1. piattino per il pane
2. bicchiere da acqua
3. bicchiere da vino rosso
4. bicchiere da vino bianco
5. bicchiere da vino dessert
6. cucchiaio da dolce
7. coltello da dolce o frutta
8. forchetta da dolce o frutta
9. tovagliolo
10. forchetta 1^ portata
11. forchetta 2^ portata
12. piatto
13. coltello
14. cucchiaio per il consommè
15. piatto per il consommè

A tutte le apparecchiature si aggiungeranno, ove necessarie, le posate per il pesce, obbligatorie quando si servono pietanze di questo tipo.

Ho preparato per voi delle schede da scaricare e stampare in modo da avere sempre a portata di mano una piccola guida per apparecchiare la tavola in maniera impeccabile!

pranzo-elegante pranzo-normale

colazione-normale

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Risotto al radicchio e pistacchi Successivo Cibo e serie TV