Bagaglio a mano: come organizzarlo al meglio

bagaglio a mano
Sfondo de fotografie diseñado por Osaba – Freepik.com
Bagaglio a mano
: che si tratti di un trolley, di una borsa o di uno zaino, è sempre e comunque un alleato per tutti i viaggiatori.

Abbiamo già parlato nell’articolo Fare la valigia: i segreti del bagaglio perfetto di come, soprattutto se si viaggia in aereo, è sempre buona norma avere anche un bagaglio a mano con l’indispensabile nel caso la valigia grande venga smarrita.

Fare la valigia: i segreti del bagaglio perfetto

Ogni compagnia aerea ha le sue regole sul bagaglio a mano, ma generalmente 3 sono le indicazioni di massima:

  1. rispettare le dimensioni massime consentite (di solito 55x40x20 cm);
  2. non superare il peso massimo consentito (di solito 8 chili);
  3. non portare più di un bagaglio a mano per passeggero (in aggiunta è in genere possibile portare una borsa porta computer e/o una borsetta “da donna”).

Ma vediamo cosa NON DEVE assolutamente mancare nel bagaglio a mano:

  • un cambio (abiti e intimo);
  • dentifricio, spazzolino e deodorante;
  • occhiali (da sole e da vista);
  • trousse makeup;
  • documenti, soldi, carte di credito e bancomat, biglietti, prenotazioni, ecc.;
  • una penna;
  • cellulare, caricabatterie e eventuale adattatore;
  • gioielli;
  • elenco dei numeri di telefono utili (ospedale, taxi, alberghi,…);
  • acqua da acquistare nell’area duty free, o una bottiglia vuota da riempire dopo aver superato i controlli di sicurezza;
  • uno snack (sui voli internazionali è previsto un servizio snack, colazione o pasto freddo a seconda dell’orario di decollo. Per i voli che eccedono le 5h e 30 min viene servito un pasto caldo);
  • caramelle: potrebbe tornare utile per alleviare la tosse o dare sollievo alla gola seccata dalla climatizzazione;
  • gomma da masticare (per chi soffre alle orecchie durante atterraggio/decollo);
  • eventuali pastiglie/farmaci;
  • un maglioncino e una pashmina per proteggersi dall’aria condizionata;
  • soprabito/giacca a vento;
  • ombrello;
  • tappi per le orecchie, mascherina per gli occhi e cuscino per il collo se si desidera dormire;
  • fazzoletti di carta e salviette umidificate;
  • pc portatili, un libro, delle riviste, delle cuffie per ascoltare la musica o vedere un film;
  • se si viaggia con bambini è bene portarsi dei colori, dei libri da colorare, un paio di giochi e una copertina;
  • liquidi* (creme, trucchi, dentifricio, schiuma da barba, detergenti…) da trasportare in contenitori dalla capienza massima di 100 ml, per un massimo di 10 contenitori, da inserire in un sacchetto trasparente delle dimensioni di circa 20 cm x 20 cm.

* Fanno eccezione (cioè possono superare il limite dei 100 ml): latte, acqua sterilizzata e alimenti per l’infanzia; medicinali accompagnati da ricetta medica; liquidi acquistati al duty free dell’aeroporto, che devono essere sigillati e accompagnati dallo scontrino.

Potresti anche scegliere di utilizzare solo il bagaglio a mano (senza il bagaglio da imbarcare) per evitare di aspettare interminabili minuti (a volte ore), per recuperare la valigia dalla stiva dell’aereo, e sarai molto più libero e leggero negli spostamenti.

Ciò dipenderà chiaramente dal numero di giorni della vacanza e se avrai la possibilità di lavare i vestiti, ma dovrai sicuramente fare una cernita dei capi di abbigliamento di cui non potrai fare a meno, senza esagerare con i cambi: due pantaloni comodi, due magliette, un maglioncino, una giacca a vento e un costume da bagno (anche se non andrai al mare ci potrà sempre essere una piscina, un centro benessere…).

Pensa che comunque sia, a parte alcune mete particolari, avrai sempre la possibilità di acquistare quello che ti serve. Quindi la regola numero uno è sempre: praticità ed essenzialità.

Buon viaggio!

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi anche sulla mia PAGINA FACEBOOKe  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri cosa può fare per te una PROFESSIONAL ORGANIZER CLICCA QUI

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Fave e cicoria Successivo Cosa mettere nella borsa del cambio del neonato