TORTINI ALBINITZA

Tortini Albinitza

I tortini Albinitza sono dei dolcetti che mi riportano indietro nel tempo, perché fanno parte di quei dessert della mia infanzia insieme alla Torta Capanna(Carpazi) oppure i Tortini Boema per non dimenticare il dessert perfetto… Biancaneve
La combinazione della sfoglia al miele con la crema di semolino e la marmellata agrodolce fa risvegliare tutti i sensi. Ecco perché ho deciso di farvela conoscere. Vi garantisco che una volta provata non la lascerete più.
Per questo dolce vale la regola guardare ma non mangiare. Anche se non ci vuole assai per prepararla, il tempo di riposo è un po’ lungo, quindi, se decidete di provarla, vi conviene programmare la sua preparazione con un giorno di anticipo.
Adesso vediamo insieme cosa ci serve per prepararla…

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni20
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaRumena

Ingredienti

Per la pasta biscotto

700 g farina
220 g miele
100 g zucchero
75 g burro
2 uova
75 ml latte
10 g bicarbonato
1 pizzico sale

Per il ripieno

400 g marmellata (agrodolce)
1 l latte
200 g burro (morbido)
1 cucchiaio estratto di vaniglia
100 g miele
160 g semolino
1 cucchiaino aroma al limone

Strumenti

Teglia
Pentolino
Frusta
Frullatore / Mixer
Matterello
Carta forno

Preparazione tortini Albinitza

Crema (primo passaggio)

Per preparare  i tortini Albinitza partiamo dalla crema in modo da darle tempo di raffreddarsi finché prepareremo la pasta biscotto.
Mettiamo il latte in un pentolino capiente e lo facciamo riscaldare fino a quando arriverà quasi al punto di bollore, quindi aggiungiamo il semolino poco alla volta mescolando in continuazione con l’aiuto di una frusta per evitare la formazione di grumi. Aggiungiamo adesso anche la pasta di vaniglia, l’essenza di limone e continuiamo a mescolare fino a quando la crema si addenserà. Una vota ponta, la togliamo dal fuoco e la lasciamo arrivare a temperatura ambiente.

Pasta biscotto

Mentre la crema si raffredda possiamo iniziare con la preparazione della pasta biscotto. In un pentolino aggiungiamo il miele, lo zucchero, il burro morbido tagliato a cubetti, il latte, le uova, il sale ed il bicarbonato. Amalgamiamo bene i tutto con una frusta, dopodiché lo mettiamo sul fuoco mescolando sempre fino a quando il composto non raddoppierà di volume.
Una volta pronto, prendiamo il nostro composto e lo aggiungiamo alla farina setacciata e sistemata in un contenitore capiente. Amalgamiamo bene il tutto prima con una spatola poi con l’aiuto delle mani in modo tale da ottenere un impasto morbido e omogeneo e che non si attacca alle mani.

Adesso dividiamo l’impasto in 4 parti uguali. Per assicurarci di ottenere quattro sfoglie approssimativamente uguali, possiamo pesare i pezzi di pasta. Stendiamo le sfoglie direttamente sulla carta da forno, perché, siccome è abbastanza difficile lavorare l’impasto, questa opzione mi è sembrata la più efficace. Per evitare che l’impasto si attacchi al mattarello mentre stendiamo, dobbiamo infarinare bene la superficie della pasta. Le dimensioni della sfoglia dovrebbero essere di 30X25 cm.

Quando avremo steso bene la nostra sfoglia, livelliamo un po’i margini con l’aiuto di un coltello, bucherelliamo la superficie con una forchetta,  per poi trasferirla nella teglia e cuocerla in forno preriscaldato, a 180°, per circa 10 minuti o finché la superficie non sarà un po’ dorata.
Dobbiamo fare molta attenzione quando le toglieremo dal forno perché saranno molto morbidi e ci può essere il rischio che si rompino. Ecco perché vi consiglio di farle uscire dalla teglia con la carta forno e lasciarle raffreddare completamente prima di staccarle dalla carta. Non abbiate paura se le vedete troppo dure, vi assicuro che si ammorbidiranno abbastanza dopo aver steso la crema.

Procedete allo stesso modo con tutte le altre sfoglie. Una volta finito di cuocerle, continuiamo con la preparazione della crema.

Crema (secondo passaggio)

Nella crema completamente raffreddata aggiungiamo il miele (io ho aggiunto intorno ai 100 g, ma sta a voi se aggiungere oppure diminuire la dose) e con l’aiuto di un mixer frulliamo tutto molto bene per poi aggiungere, poco alla volta il burro morbido continuando a frullare.
Adesso possiamo passare all’assemblaggio dei nostri tortini Albinitza.

Assemblaggio

Adagiamo la prima sfoglia su un vassoio o su un tagliere e ci stendiamo sopra la metà della nostra crema livellandola bene. Continuiamo poggiano sopra la seconda sfoglia, premiamo leggermente con le mani, quindi aggiungiamo lo strato di marmellata che livelliamo bene in modo tale da coprire tutta la superficie della sfoglia. È molto importante utilizzare una marmellata un po’ acida in questa ricetta (io ho utilizzato la marmellata di fragole, ma va bene anche con ciliegie, albicocche, ribes…)
Chiudiamo con un’altra sfoglia che cospargeremo con la restante crema. La stendiamo bene  e finiamo poggiando sopra anche l’ultima sfoglia di pasta biscotto. Premiamo leggermente e mettiamo sopra un piccolo peso, tipo una scatola di latte in modo tale da fare un po’ di pressione sulle sfoglie.

Ed ecco pronti i nostri tortini Albinitza. Adesso non ci resta che mettere il dolce nel frigo e lasciarlo per una notte o anche di più. Perché più riposerà, più buono sarà.
Una volta trascorso il tempo, tiriamo il dolce dal frigo e lo facciamo porzionare con un coltello ben affilato e che puliremo bene prima di ogni taglio. La potete tagliare come più vi piace a quadrati, a rettangoli oppure a rombi…
E poi la potete servire così oppure spolverizzarla con dello zucchero a velo…

I Consigli di Aly

Poiché c’è il miele nella sua composizione, l’impasto può indurirsi, quindi deve essere tenuto in un posto caldo. Quindi potete metterlo sul termosifone durante l’inverno oppure in forno leggermente riscaldato e poi spento durante l’estate . Più l’impasto sarà caldo, più sarà facile da stendere.

Le sfoglie dei tortini Albinitza possono essere preparate anche 10 giorni prima, e possono essere facilmente conservate al freddo (in dispensa).

È molto importante sapere che la pasta biscotto va farcita almeno 24 ore prima di servire perché ha bisogno di questo tempo per diventare morbidi. I tortini Albinitza non possono essere consumati lo stesso giorno. Più passa il tempo, più saranno saporiti!

Se vi è piaciuta la ricetta e non volete perdere le prossime  potete trovare
Le bontà  di Aly anche su Facebook e Instagram oppure vi potete iscrivere alle Notifiche Messenger

A voi la scelta… Vi aspetto!

Torna alla HOME PAGE

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.