MERINGHE

Meringhe

Sapevate che le meringhe prendono il nome dalla citta Meiringen, dove un pasticcere creò per la prima volta questi tipi di dolci?

Le meringhe sono quei dolcetti super friabili, da preparare con pochi ingredienti, infatti, bastano solo albumi d’uovo e zucchero a velo. La ricetta delle meringhe fa parte da quelle classiche ricette della pasticceria e vengono utilizzate in diverse preparazioni dolci, ma anche servite semplici oppure accoppiate schiena contro schiena con panna montata oppure con il cioccolato…

Ci sono diverse varianti della meringa…quella che vi propongo oggi è la classica meringa francese…

Meringhe
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 3-4 Ore
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni:
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 90 g Albumi (circa 3 uova medie)
  • 200 g Zucchero a velo
  • qualche goccia di Succo di limone

Preparazione

  1. Una buona meringa parte dalla freschezza delle uova, cioè uova fresche ed a temperatura ambiente, perché gli albumi a temperatura ambiente riescono ad incorporare aria più facilmente, risultando così più spumose e compatte.

    Per preparare le nostre meringhe iniziamo dal separare con grande cura gli albumi dai tuorli perché anche un po’ di tuorlo negli albumi può rovinare la riuscita delle meringhe. Mettiamo gli albumi nel boccale della planetaria ed azioniamo la frusta a velocità media. Appena gli albumi iniziano a diventare bianchi, iniziamo ad incorporare 1/3 della quantità di zucchero a velo.

    Prima di aggiungere altro zucchero lasciamo in azione la planetaria per un paio di minuti affinché il composto incorpori lo zucchero e si monti bene. Dopodiché aggiungiamo ancora ½ dello zucchero rimasto…

    Prima di aggiungere l’ultima parte di zucchero, uniamo qualche goccia di succo di limone. Una volta messo tutto lo zucchero, lasciamo la planetaria in azione finche il nostro composto non diventerà corposo e densissimo…per far sì che la meringa sia perfetta, gli albumi montati dovranno rimanere ben saldi alla frusta e non colare.

    Adesso siamo pronti per formare le nostre  meringhe. Riempiamo di meringa una sac-à-poche dotata della bocchetta che preferiamo… possiamo creare delle forme varie come  quella a schiaffo, cioè un piccolo cumulo a punta, e a piattino, a forma di disco piatto, oppure a ciuffo…

    Imburriamo leggermente la leccarda da forno in modo tale che la carta forno che dovremo usare per rivestirla rimanga ben ferma quando inizieremo a formare le meringhe, lasciando un po’ di spazio tra di loro.

    Inforniamo le nostre meringhe in forno statico preriscaldato a 80° per 3-4 ore. Questi dolcetti devono soltanto asciugarsi, non cuocere. A fine cottura, le meringhe devono risultare completamente asciutte, bianche, leggerissime e estremamente friabili.

    *una chicca*

    Se separate i tuorli dagli albumi lasciandoloi poi  nel frigo per  un paio di giorni, le sostanze dalle quali sono composti aumenteranno il potere schiumogeno. Avremo così una meringa ancora più spumosa!

    Ovviamente, prima di montarlo, lo dovete lasciare per qualche ora fuori dal frigo  affinché torni a temperatura ambiente.

  2. Meringhe

I consigli di Aly

Con i tuorli rimasti potete preparare una buonissima crema pasticcera, metterla in coppette e decorarla con delle meringhe sbriciolate…Dessert all’ultimo minuto…

Se vi è piaciuta la ricetta e non volete perdere le prossime  potete trovare Le bontà  di Aly anche su Facebook e Instagram oppure vi potete iscrivere alle notifiche messenger . A voi la scelta… Vi aspetto!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.