Pasta al pesto di pomodori secchi

La pasta al pesto di pomodori secchi è un primo piatto sfiziosissimo. Con una pasta rigata che trattiene il pesto di pomodori secchi, otterrete un primo piatto goloso e saporito.  Ovviamente il formato della pasta è u na vostra scelta, ma vi assicuro che una pasta rigata di ottima qualità può fare la differenza. Vediamo cosa ci occorre per preparare i Fusilli al pesto di pomodori secchi.

 

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    10 – 15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 400 g Pasta
  • 250 g Pomodorini secchi sottolio
  • 1 cucchiaio Pinoli
  • 1 cucchiaio Mandorle (pelate)
  • 2 foglie Basilico
  • q.b. Origano secco
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione della pasta al pesto di pomodori secchi, mettendo l’acqua a bollire per la pasta che avete scelto. Nel frattempo preparate il pesto di pomodori secchi. In questo caso ho preferito utilizzare dei pomodorini secchi già sott’olio, ma se preferite potete utilizzare anche i pomodorini semplicemente essiccati. Il risultato non cambia.

  2. Inserite all’interno di un frullatore i pomodori secchi sgocciolati, inserite anche le mandorle (quest’ultime sono opzionali volendo potete utilizzare soltanto i pinoli) ed i pinoli. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto denso. Aggiungete anche il basilico ben lavato e asciugato, l’origano e dell’olio extra vergine di oliva. Frullate ancora il tutto fino ad ottenere un composto cremoso. Se vedete che il pesto rimane troppo denso, aggiungete ancora un filo di olio extra vergine di oliva.

  3. Cuocete la pasta in acqua salata, quando sarà “al dente” scolatela e conditela con il pesto di pomodori secchi. Mescolate bene e servite ben calda.Se gradite potete spolverizzare con una generosa di parmigiano grattugiato, oppure aggiungere qualche pezzettino di pomodoro secco a pezzettini. In estate può essere un’alternativa alla solita insalata di riso, in quanto se lasciata raffreddare è un ottimo piatto di pasta fredda, magari con l’aggiunta di mozzarelline ciliegine. Oppure se preferite mangiarla calda ma aumentare il gusto, potete aggiungere quando condite la pasta della ricotta di mucca o mista e qualche cubetto di speck.

Precedente Crostata di zucchine mozzarella e prosciutto cotto Successivo Tocchetti di pollo croccanti con speck

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.