Pasta al fumè

La Pasta al fumè è un piatto semplicissimo e dal gusto davvero gustosa. Di origine marchigiane, un primo che si presta ad essere preparato anche all’ultimo minuto in caso di gente improvvisa o se si vuole mangiare qualcosa di corposo e gustosissimo. Ci sono diverse versioni, tutte sicuramente valide, io vi propongo la mia, consolidata con un ingrediente (che nella ricetta originale non è previsto) ma secondo me e la mia famiglia, ci sta davvero benissimo. Vediamo cosa ci occorre per preparare la Pasta al fumè.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    15 – 20 minuti
  • Porzioni:
    2 – 3 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Pasta 400 g
  • Passata di pomodoro 1 l
  • Panna fresca liquida (panna salata e non quella dolce) 200 ml
  • Pancetta affumicata 200 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Cipolle 1/2
  • Parmigiano reggiano (o pecorino) q.b.

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione della Pasta al fumè dal condimento. In una padella antiaderente inserite la cipolla tritata finemente (la cipolla è l’ingrediente di cui vi parlavo prima, potete non metterla). Unite un filo di olio extra vergine di oliva e lasciate soffriggere per qualche minuto. Nel frattempo tagliate a listarelle o dadini la pancetta.

  2. Unite la pancetta alla cipolla e lasciate rosolare per qualche minuto, girando spesso. Quando sarà rosolata unite la passata di pomodoro e lasciate cuocere il sugo per almeno 15 – 20 minuti. Quando sarà pronto aggiustate di sale e pepe e unite la panna fresca per preparazioni salate. Mescolate il tutto e fate rapprendere ancora qualche minuto a fuoco basso. Una volta pronto, aggiustate di sale se del caso e tenete in caldo.

  3. Lessate la pasta in acqua salata, potete scegliere il formato che più gradite, secondo me il formato corto come fusilli, penne, rigatoni o similari ci sta meglio ma fate le vostre considerazioni in base al vostro gusto. Quando sarà cotta scolatela, conditela con il fumè e servitela calda con una generosa spolverata di parmigiano o pecorino.

Precedente Biscotti da inzuppo Successivo Stoccafisso alla vicentina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.