Crea sito

Pandolce genovese

Il Pandolce genovese è un dolce ricco di sapori e semplice da preparare. Una tipicità tradizionale ligure che si prepara sotto il periodo del natale. Il pandolce basso è una variante della ricetta che si preparare in tempi molto più brevi e non ha bisogno di lievitazione. Vediamo cosa ci occorre per la preparazione del Pandolce genovese.

Pandolce genovese
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 90 gburro (a temperatura ambiente )
  • 100 gzucchero
  • 300 gfarina 00
  • 150 gcanditi
  • 30 gpinoli
  • 12 glievito in polvere per dolci
  • 220 guvetta
  • 85 glatte
  • 1 pizzicosale

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione del Pandolce genovese inserendo il burro in un recipiente ampio. Aggiungete lo zucchero ed azionate le fruste fino ad ottenere una crema omogenea. Unite l’uovo, il sale, il latte, i canditi e l’uvetta. Mixate nuovamente con le fruste. Aggiungete la farina setacciata insieme al lievito e lavorate l’impasto con un cucchiaio fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti.

  2. Pandolce genovese

    Una volta ottenuto un impasto omogeneo trasferitelo su un piano da lavoro leggermente infarinato. Con le mani formate una pagnottina cercando di creare una forma più tondeggiante possibile. Riponete il pandolce su una teglia rivestita di carta forno. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 35 – 40 minuti. A cottura terminata sfornate e fate raffreddare per almeno 10 minuti. Servite il Pandolce genovese ai vostri commensali.

  3. Questa variante della ricetta è il pandolce basso che differisce da quello alto per il tempo di lievitazione. Se nel pandolce basso si usa il lievito istantaneo in quello alto si utilizza il lievito madre o il lievito di birra. Potete profumare il pandolce aggiungendo all’impasto della scorza d’arancia grattugiata. Nella ricetta originale è previsto l’utilizzo del cedro e delle arance candite, ma potete personalizzare il vostro dolce aggiungendo anche altri canditi. Per una variante più ricca aggiungete dei fichi secchi o albicocche secche tagliate a pezzettini.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.