Guazzetto di vongole

Il Guazzetto di vongole è una pietanza semplicissima e davvero gustosa. Perfetta da mangiare cosi da sola con dell’ottimo pane oppure per condire primi piatti come questo QUI. Vediamo cosa ci occorre per preparare il Guazzetto di vongole.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 1 kg Vongole
  • 1 bicchiere Vino
  • 1 spicchio Aglio
  • q.b. Sale
  • q.b. Peperoncino
  • q.b. Olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. inziate la preparazione del guazzetto alle vongole mettendo le vongole in una ciotola capiente con abbondante acqua salata. Lasciate “spurgare” le vongole dalla sabbia cambiando l’acqua almeno due volte nel giro di mezza giornata. Io per evitare che le vongole ripeschino la sabbia eliminata le metto dentro uno scola pasta adagiato su un bicchiere capovolto dentro una ciotola più grande. In questo modo la sabbia eliminata cade dai buchi dello scola pasta e non può essere ripescata dai molluschi che filtrano l’acqua. Una volta che le vongole sono pronte iniziate la preparazione. Si può accelerare il processo di “spurgatura” delle vongole mettendo le stesse con la ciotola sopra descritto per 5 – 10 minuti in congelatore.

  2. Dentro una padella inserite dell’olio extra vergine di oliva, quando sarà caldo aggiungete lo spicchio di aglio leggermente schiacciato ed il peperoncino. Quando l’aglio sarà imbiondito eliminatelo ed aggiungete le vongole. Alzate la fiamma e coprite la padella con un coperchio. Lasciate cuocere il tutto finché non vedete che le vongole iniziano ad aprirsi, a questo punto sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare con coperchio tolto. Una volta che l’alcool è evaporato e le vongole saranno tutte aperte spegnete il fornello e mettete da parte. Filtrate il liquido delle vongole dentro la pentola con un passino per togliere la sabbia rimasta e reinseritelo nella pentola con le vongole.

  3. Servite il Guazzetto di vongole ben caldo con dei crostini di pane oppure condite della pasta per un primo da leccarsi i baffi.

Precedente Fluffosa al kiwi Successivo Come apparecchiare la tavola durante le festività e tutto l'anno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.