Gnocchi con baccalà alla veneta

Gli Gnocchi con baccalà alla veneta sono un primo piatto semplice e buonissimo. La prima volta che ho mangiato questo piatto è stato a casa di amici in occasione di un pranzo legato ad una passione in comune, ovvero la Biologia e la Micologia, in quel di Milano. Attenzione si Milano, ma i miei amici sono veneti trapiantati in Lombardia, quindi la ricetta era un cavallo di battaglia! Personalmente, sin da bambino, non ho mai apprezzato a pieno il baccalà, forse perché in famiglia non lo si sapeva cucinare come si doveva, almeno per i miei gusti. Con questa ricetta ho riscoperto davvero il gusto di questo pesce e adesso lo preparo davvero molto spesso. Vediamo cosa ci occorre per preparare gli Gnocchi con baccalà alla veneta.

Gnocchi con baccalà alla venetaGnocchi con baccalà alla veneta

Ingredienti per due persone:

200 g di gnocchi di patate (li ho presi dalla pasta all’uovo di fidcuia per mancanza di tempo)

300 g di baccalà già ammorbidito e dissalato (in alternativa baccalà secco)

1 cipolla media, meglio se una cipolla bianca

1 spicchio di aglio

50 ml di olio extra vergine di oliva

1 bicchiere di vino banco

2 sardine sotto sale

2 cucchiai di passata di pomodoro

200 ml di latte vaccino

60 g di parmigiano grattugiato

* la ricetta originale prevede che il baccalà sia cucinato a pezzettini ed infarianto. In questo caso io l’ho cucinato per condire la pasta, quindi non uso la farina.

Procedimento:

Iniziate la preparazione degli Gnocchi con baccalà alla veneta dall’ingrediente principale ovvero il baccalà. Se optate per il baccalà già ammorbidito, come nel mio caso, acquistato in pescheria potete iniziare a lavorarlo togliendo le spine e la pelle. Prendete la polpa e con le mani rendetela a frammenti molto piccoli. Potete anche tagliarla al coltello, ma io preferisco frantumarla con le mani perchè la trama rimane più sottile.

Se optate per il baccalà secco, sciacquatelo sotto acqua corrente eliminando il sale in eccesso e mettetelo a bagno per quattro giorni, cambiando l’acqua due volte al giorno. Una volta ammorbidito potete spolparlo come ho descritto sopra.

Una volta spolpato il baccalà, tritate una cipolla molto finemente e soffriggetela nell’olio evo. Aggiungete le acciughe dissalate e sfilettate e lo spicchio di aglio tritato. Quando le acciughe si sono sciolte nell’olio unite il baccalà e lasciate cuocere per circa 5 – 10 minuti. Sfumate con il vino bianco e una volta evaporato il vino aggiungete la polpa di pomodoro. Cuocete per qualche minuto poi aggiungete il latte e lasciate cuocere per circa 30 minuti a fuoco molto lento. Passato il tempo aggiustate di sale e di pepe quindi spegnete il fuoco e mettete da parte.

Lessate gli gnocchi in acqua salata, quando saranno cotti conditeli con la salsa di baccalà alla veneta e spolverizzate con prezzemolo fresco. Servite gli Gnocchi con baccalà alla veneta ben caldi.

Precedente Tartufini cremosi al cocco e nocciole Successivo Pane con lievito madre, ricetta tutorial con prefermento e autolisi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.