Crea sito
LaVitainunPortaSpezie

L’eleganza del Plin

Questi ravioli sono semplici ed eleganti, ma complessi per la consistenza data dalla loro realizzazione.

Ho voluto ispirarmi ad una ricetta di @antoninochef pubblicata su @lacucinaitaliana che mi ha colpito molto.

Per esigenze ho apportato alcune modifiche, ma la sostanza è raffinata e delicata.

Li ho preparati per la cena della Vigilia di Natale.

La scelta del ripieno a base di trota salmonata è contro corrente.

Considerato un pesce di serie B, in realtà è molto delicato, meno grasso, più economico, ma comunque ricco di sostanze nutritive.

Con la scorza del limone viene esaltato a pieno il suo sapore.

La crema a base di finocchi è molto delicata ed è un’ottimo accompagnamento.

Il radicchio tardivo dona croccantezza e un leggero sapore armaro al piatto.

RAVIOLI DEL PLIN DI TROTA SALMONATA SU CREMA DI FINOCCHI E RADICCHIO.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 filettitrota iridea d’allevamento, filetti
  • 1albume
  • q.b.latte
  • 200 gfarina 00
  • 2uova
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1finocchio
  • q.b.Grana Padano DOP (grattugiato)
  • 1 cesporadicchio tardivo

Preparazione

  1. Per prima cosa prepariamo la pasta. Uniamo alla farina le uova e amalgamiamo aggiungendo pian piano l’olio fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.

    Riporre in un sacchetto di plastica in frigorifero a riposare.

  2. Nel frattempo, dopo aver controllato i filetti di trota che non abbiano spine, ricaviamo dei pezzetti e inseriamoli nel mixer insieme agli albumi e a un pizzico di sale. Frulliamo e utilizziamo q.b. di latte per ottenere un composto omogeneo e morbido.

    Inseriamo in un sac-a-poche.

  3. Procediamo con la sfoglia. Ricaviamo le sfoglie e stendiamole fino al penultimo spessore.

    Posizioniamo delle noci di ripieno a distanza, sovrapponiamo un’altra striscia, togliamo l’aria e appiattiamo bene i lati. Con la rotella rifiliamo e ribaltiamo chiudendo il lato corto dando la forma del plin. Potete vedere il procedimento completo in questo video: https://youtu.be/uev3MO6HCB0

  4. Prepariamo la crema di finocchi andando a inserirli tagliati a pezzetti con un giro di olio evo. Facciamo cuocere per 10 minuti coperti e con un pò di acqua calda.

    Nel frattempo in una padella calda adagiare il cespo di radicchio lavato e far asciugare a fiamma alta. Sfumare con del vino rosato e far evaporare.

  5. Una volta cotti i finocchi ricavare una crema frullando con il minipimer.

    Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata, ripassare con della crema e poi impiattare.

    Adagiare sul fondo del piatto abbondante crema di finocchi, i ravioli e completare con il radicchio.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vieni a trovarmi su Instagram e diventa follower della mia pagina, scoprirai tante altre ricette e potrai chiedermi qualunque chiarimento. 

Torna alla HOME per leggere altre ricette.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lavitainunportaspezie

Sono un ingegnere con una forte passione per cucina. Con il passare degli anni ho capito che preferisco di gran lunga cucinare al disegnare case. Credo che sia anche questa una forma di arte, un qualcosa di innato che una persona scopre di avere. Io trascorrevo sin da piccola le ore a guardare mia nonna cucinare, amavo gli odori che si sprigionavano in cucina e la passione che ci metteva. Cucinare non è solo mettere insieme qualche ingrediente o seguire una ricetta, ma per me è ascoltare quello che gli ingredienti mi comunicano. L'idea nasce spontanea da qualcosa e man mano prende forma, sempre più arricchendosi di sfaccettature diverse. E' così, cucinare per me vuol dire seguire il cuore.