Crea sito
LaVitainunPortaSpezie

Le chicche della Vigilia

…e dal lilla passo direttamente all’arancio!

Per il giorno della Vigilia di Natale, che sarà settimana prossima, ho pensato di proporvi gli gnocchi, in modo da seguire la tradizione #giovedignocchi 

Questo è il piatto che ho preparato martedì in diretta Instagram, quindi trovate tutti i passaggi nel video igtv sul mio profilo.

È un piatto semplice, veloce ma molto avvolgente e cremoso che conquista per il suo fantastico sapore genuino.

Costituito da ingredienti poveri, di uso comune e dal sapore nordico. A me ha letteralmente conquistato

CHICCHE DI PATATE ROSSE SU CREMA DI ZUCCA DELICA, PIOPPINI ALL’AGLIO NERO E FONDUTA DI ASIAGO DOP

Se vi piace questa ricetta, provatela e fatemi sapere cosa ne pensate😉

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gpatate rosse
  • 200 gzucca delica
  • 100 gpioppini
  • 50 gfarina 00
  • 1uovo
  • q.b.asiago
  • 1 spicchioaglio nero
  • q.b.origano (foglie fresche)
  • q.b.latte

Preparazione

  1. La prima cosa da fare è preparare le chicche di patate, quindi procediamo col cuocerle a vapore per circa 20 minuti in pentola a pressione.

    Peliamole ancora calde facendo attenzione a non bruciarci e schiacciamole in una ciotola. Aggiungiamo l’uovo e iniziamo ad incorporare la farina. Procediamo ribaltando il composto sulla spianatoia e continuiamo ad aggiungere la farina fino ad ottenere una palla dalla consistenza omogenea.

    Ricaviamo dei pezzetti con cui formeremo dei “serpentelli” e dai quali taglieremo dei pezzettini. Andremo poi a dar loro la forma di pallina facendoli roteare tra i palmi delle mani.

    Procediamo così con tutto l’impasto.

    Una volta pronte le chicche ci dedicheremo al condimento.

  1. Per prima cosa in un pentolino mettiamo a cuore la zucca pulita e tagliata a pezzetti con un pò di acqua. Copriamo e lasciamo cuocere. Ci vorranno circa 10 minuti.

    Aggiungiamo ulteriore acqua calda, salvia, rosmarino e un pò di sale e portiamo a cottura.

    Una volta pronta, inseriamola nel boccale del minipimer e ricaviamo una crema omogenea. Regoliamo di sale e mettiamo da parte per non farla raffreddare.

  1. In un padellino inseriamo un giro di olio evo, lo spicchio di aglio nero, schiacciamolo e facciamolo cuocere. Aggiungiamo i pioppini puliti e tagliati.

    Regoliamo di sale. Copriamo con coperchio e portiamo a cottura.

  2. Ultima cosa da preparare, mentre cuoceranno le chicche, sarà la fonduta di formaggio.

    Mettiamo a bollire l’acqua per le chicche e in un pentolino a parte un pò di latte con un cucchiaino di amido di mais stemperato all’interno.

    Appena raggiunto il bollore togliamo dal fuoco e aggiungiamo l’asiago tagliato a cubetti e giriamo finchè si sarà sciolto e amalgamato.

  3. Una volta cotte le chicche, ripassarle in padella con i funghi.

    Disporre la crema di zucca sul fondo del piatto, versare le chicche di patate con i funghi e cospargere con la fonduta.

    Buon appetito!

Se dovesse avanzare l’impasto degli gnocchi, potete utilizzarlo per creare dei fantastici vegburger da surgelare. Insaporite l’impasto e ricavate delle palle che andrete a schiacciare dandogli la forma di hamburger, ripassateli nel pangrattato e riponete in freezer divisi con carta forno!

Ti è piaciuta questa ricetta? Vieni a trovarmi su Instagram e diventa follower della mia pagina, scoprirai tante altre ricette e potrai chiedermi qualunque chiarimento. 

Torna alla HOME per leggere altre ricette.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lavitainunportaspezie

Sono un ingegnere con una forte passione per cucina. Con il passare degli anni ho capito che preferisco di gran lunga cucinare al disegnare case. Credo che sia anche questa una forma di arte, un qualcosa di innato che una persona scopre di avere. Io trascorrevo sin da piccola le ore a guardare mia nonna cucinare, amavo gli odori che si sprigionavano in cucina e la passione che ci metteva. Cucinare non è solo mettere insieme qualche ingrediente o seguire una ricetta, ma per me è ascoltare quello che gli ingredienti mi comunicano. L'idea nasce spontanea da qualcosa e man mano prende forma, sempre più arricchendosi di sfaccettature diverse. E' così, cucinare per me vuol dire seguire il cuore.