Crea sito
LaVitainunPortaSpezie

Integral Brown

Questo periodo richiede cibo comfort, vellutato, magnanimo, voluttuoso e godurioso.
Io cerco sempre di trovare il “bello” e il “sano” in tutto…soprattutto nella semplicità e nelle contrapposizioni.

Questo è un piatto ricco di #contrasti per gli occhi e per il palato. Contrasti che si fondono dando vita a bocconi armoniosi ed equilibrati.

Io mangiandolo mi sono ritrovata in alta montagna ❤️
RAVIOLI INTEGRALI A STRISCE AL CACAO, RIPIENI DI PIOPPINI E RICOTTA SU BESCIAMELLA ALLA PROVOLA AFFUMICATA, CIOCCOLATO FONDENTE E TIMO.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Pasta fresca

  • 120 gfarina integrale
  • 70 gsemola
  • 10 gcacao amaro in polvere
  • q.b.acqua
  • 1uovo

Ripieno

  • 200 gfunghi pioppini
  • 100 gricotta (senza lattosio)
  • q.b.Grana Padano DOP (grattugiato)
  • 1uovo
  • 1 spicchioaglio nero
  • q.b.pepe di Sichuan

Condimento

  • 50 gfarina 00
  • 50 gburro
  • 500 mllatte
  • q.b.provola affumicata
  • q.b.timo
  • q.b.cioccolato fondente all’85%
  • q.b.noce moscata

Preparazione

Ripieno

  1. Preparate il ripieno. Cuocete in una padella uno spicchio di aglio nero, un giro d’olio e aggiungete i pioppini. Sfumate con del vino bianco, salate e spolverate con pepe di sichuan.

  2. Una volta pronti inserite nel mixer con la ricotta e riducete a crema. Aggiungete l’uovo e il formaggio grattugiato, il sale e mettete in frigorifero per far rassodare.

Pasta fresca

  1. Miscelate le farine, unire l’uovo e amalgamate leggermente. Dividete l’impasto (1/3 e 2/3) e nella quantità minore aggiungete il cacao.

    Impastate bene, aggiungendo l’acqua per aiutarvi.

    Quando sarà liscia, mettete gli impasti da parte, in un sacchetto di plastica e fate riposare.

  2. Dopo una mezz’oretta procedete alla stesura dell’impasto. Ricordate di tenere sempre nel sacchetto le parti che non utilizzate, altrimenti si seccano.

    Partite dall’impasto chiaro. Stendetelo prima con gli spessori più larghi, ripiegando e ripetendo il procedimento 3 o 4 volte. Poi iniziate a diminuire gli spessori fino ad arrivare a circa metà nella numerazione. Spolverate con un pò di semola, ripiegate e mettete da parte coprendo le sfoglie con la pellicola.

    Prendete l’impasto scuro e fate tutti i passaggi fino ad arrivare allo stesso spessore dell’impasto precedente. Ora procedete passandolo nella trafila delle tagliatelle. non ne serviranno tante.

    Una volta ritagliate le tagliatelle, disponetele sopra la sfoglia chiara a distanza seguendo la decorazione che più preferite. Utilizzate un mattarello per pressare tutti gli elementi e per farli aderire l’un l’altro.

    Successivamente prendete le sfoglie e procedete ad assottigliarle con matrici più sottili fino ad arrivare alla penultima (nè troppo spessa nè troppo sottile).

  3. Una volta ottenute le sfoglie, tagliatele e mettetele da parte coperte.

    Procedete con una sfoglia alla volta.

    Cospargete di acqua le sfoglie (sul lato rovescio), disponete mucchietti di ripieno a distanza e sovrapponete l’altra sfoglia. Togliete l’aria pigiando con i polpastrelli in senso longitudinale e trasversale intorno al ripieno e procedete al taglio.

Condimento

  1. Preparate la besciamella facendo sciogliere il burro, incorporando la farina con una frusta (per non formare grumi) e aggiungendo poco latte alla volta, in due riprese, poi tutto il resto.

    Cuocete fino a quando avrà cambiato consistenza. Aggiungete di sale e insaporite con una abbondante grattata di noce moscata.

    Una volta pronta, inserite all’interno la provola affumicata tagliata a cubetti, mescolate e fate sciogliere.

    Fate cuocere i ravioli in abbondante acqua salata.

    Scolate.

  2. Disponete un abbondante strato di besciamella, adagiatevi sopra i ravioli, completate con un altro passaggio di poca besciamella, grana grattugiato, timo e cioccolato fondente.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vieni a trovarmi su Instagram e diventa follower della mia pagina, scoprirai tante altre ricette e potrai chiedermi qualunque chiarimento. 

Torna alla HOME per leggere altre ricette.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lavitainunportaspezie

Sono un ingegnere con una forte passione per cucina. Con il passare degli anni ho capito che preferisco di gran lunga cucinare al disegnare case. Credo che sia anche questa una forma di arte, un qualcosa di innato che una persona scopre di avere. Io trascorrevo sin da piccola le ore a guardare mia nonna cucinare, amavo gli odori che si sprigionavano in cucina e la passione che ci metteva. Cucinare non è solo mettere insieme qualche ingrediente o seguire una ricetta, ma per me è ascoltare quello che gli ingredienti mi comunicano. L'idea nasce spontanea da qualcosa e man mano prende forma, sempre più arricchendosi di sfaccettature diverse. E' così, cucinare per me vuol dire seguire il cuore.