Crea sito
LaVitainunPortaSpezie

Gradazioni di indaco

Questo piatto stupisce molto per i colori e i sapori. Ben assortito e bilanciato piacerà sicuramente a tutti.

Ricco e nutriente risponde a tutte le esigenze.

Lo spinarolo ve l’avevo già presentato. Pesce senza spine e dal sapore fantastico, ho deciso di utilizzarlo in questo piatto mari&monti.

Il cavolfiore violetto di Catania è uno dei re italiani del cavolfiore viola, anche se nel mondo ne esistono di altre varietà.
Dalle proprietà antinfiammatorie, antiaggreganti piastriniche, di protezione del microcircolo e antiossidanti, è un super alimento.

Bellissimo il suo colore che a seconda della cottura e dell’utilizzo di altri ingredienti varia di sfumature, rendendo i piatti variopinti.

In questo piatto ho utilizzato il cavolo in due consistenze (bollito e ripassato in padella, oltre che ridotto in crema). Con l’aggiunta di un pò di formaggio grattugiato alla crema ho modificato la tonalità, facendola passare dal blu al violetto😍. Magia pura.
Nel soffritto di aglio e peperoncino ho aggiunto un filetto di acciuga e alcuni pomodori secchi, lo spinarolo e ho saltato la pasta cotta nell’acqua blu del cavolo 💙

Naturalmente è un piatto velocissimo ma dalla resa strepitosa.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gspinarolo (pesce senza spine)
  • 200 gcavolfiore viola
  • q.b.formaggio grattugiato
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.peperoncino
  • 1 filettoacciuga (alice)
  • q.b.pomodori secchi
  • 1 cucchiaiolecitina di soia

Preparazione

  1. lavare con cura le cime del cavolfiore e separarle. Inserire in una pentola con abbondante acqua e cuocere.

    Una volta cotti, ripassare i fiori più piccoli in padella con un giro d’olio evo, l’aglio, l’acciuga e il peperoncino. Aggiungere i pomodori secchi per far insaporire. La restante parte (la maggior parte) inserire nel boccale del minipimer e creare una emulsione con sale, olio evo, la lecitina di soia e un pò di formaggio grattugiato. Vedrete che cambierà colore.

  2. In contemporanea pulire e far cuocere lo spinarolo con un goccio di acqua fino a cottura. Pulire dalla lisca centrale e ricavarne un ragù che si andrà ad aggiungere al condimento con aglio, olio e peperoncino. Regolare di sale.

  3. Far cuocere la pasta.

    Una volta pronta, condirla con un pò di crema per mantecarla e il resto del condimento.

    Nel piatto adagiare alla base un pò di crema, riporre una porzione di pasta e gustare.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vieni a trovarmi su Instagram e diventa follower della mia pagina, scoprirai tante altre ricette e potrai chiedermi qualunque chiarimento. 

Torna alla HOME per leggere altre ricette.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lavitainunportaspezie

Sono un ingegnere con una forte passione per cucina. Con il passare degli anni ho capito che preferisco di gran lunga cucinare al disegnare case. Credo che sia anche questa una forma di arte, un qualcosa di innato che una persona scopre di avere. Io trascorrevo sin da piccola le ore a guardare mia nonna cucinare, amavo gli odori che si sprigionavano in cucina e la passione che ci metteva. Cucinare non è solo mettere insieme qualche ingrediente o seguire una ricetta, ma per me è ascoltare quello che gli ingredienti mi comunicano. L'idea nasce spontanea da qualcosa e man mano prende forma, sempre più arricchendosi di sfaccettature diverse. E' così, cucinare per me vuol dire seguire il cuore.