Crea sito
LaVitainunPortaSpezie

Cotechino&Lenticchie in nuove vesti

Le festività si stanno avvicinando e chi in zona gialla, arancio o rossa, dovrà pensare a cosa preparare…
Quindi ho pensato di darvi qualche spunto.

Io ho sempre adorato il Capodanno solo per il cotechino&lenticchie.

Stavo pensando ad un modo differente di vederlo, mangiarlo e accompagnarlo…e sono arrivata a questo piatto

Secondo me, se gli ingredienti sono buoni e ci sono sempre piaciuti, basta solo cambiare un pò il modo di vedere il piatto per ravvivare quell’amore un pò assopito.

Ho creato questo semplice ma gustosissimo piatto:

TORTINO CON POLENTA DI MAIS, SFOGLIETTE DI RASPADURA, COTECHINO, CAVOLO NERO E FUNGHI PIOPPINI. IL TUTTO ACCOMPAGNATO DA UNA FANTASTICA CREMA DI LENTICCHIE NERE.

che ne pensate?
Siete più per il “tradizionale” o vi piace dare un tocco più moderno al piatto?

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 30 gfunghi pioppini
  • 250 gfarina di mais
  • 500 mlacqua
  • q.b.cavolo nero
  • 50 glenticchie nere
  • 8 fettecotechino
  • q.b.raspadura
  • q.b.salsa di pomodoro
  • 1 spicchioaglio nero
  • q.b.sedano
  • q.b.nduja

Preparazione

  1. Iniziate preparando le lenticchie nere e il cotechino. Non hanno bisogno di ammollo e saranno pronte in 20 minuti.

    Una volta pronte ripassatele in un fondo di olio evo, aglio nero sciolto, sedano, nduja e salsa di pomodoro. Salate.

    Inserite nel boccale del minipimer e formate una crema liscia.

    Mettete da parte.

    Il cotechino impiegherà un pò di più ma una volta cotto lasciatelo nell’acqua in modo che si manterrà caldo.

  2. In un pentolino fate cuocere in abbondante acqua delle foglie di cavolo nero (privatele della parte centrale più coriacea). Una volta pronte condite con olio evo a crudo e sale.

  3. In una padella sciogliete uno spicchio di aglio nero in un giro di olio evo. Aggiungete i pioppini puliti e cuocete per qualche minuto.

    Regolate di sale.

  4. Preparate la polentina facendo sciogliere la farina nell’acqua, aggiungete il sale e fate cuocere.

  5. Per comporre il piatto avrete bisogno di un coppa pasta.

    Nella base disponete la polenta, livellatela.

    Disponete qualche scaglia di raspadura, le fettine di cotechino, le foglie di cavolo nero a turbante (lasciando vuota la parte centrale) e i pioppini nella parte centrale.

    Accompagnate con abbondante crema di lenticchie e terminate con un giro di olio evo.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vieni a trovarmi su Instagram e diventa follower della mia pagina, scoprirai tante altre ricette e potrai chiedermi qualunque chiarimento. 

Torna alla HOME per leggere altre ricette.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lavitainunportaspezie

Sono un ingegnere con una forte passione per cucina. Con il passare degli anni ho capito che preferisco di gran lunga cucinare al disegnare case. Credo che sia anche questa una forma di arte, un qualcosa di innato che una persona scopre di avere. Io trascorrevo sin da piccola le ore a guardare mia nonna cucinare, amavo gli odori che si sprigionavano in cucina e la passione che ci metteva. Cucinare non è solo mettere insieme qualche ingrediente o seguire una ricetta, ma per me è ascoltare quello che gli ingredienti mi comunicano. L'idea nasce spontanea da qualcosa e man mano prende forma, sempre più arricchendosi di sfaccettature diverse. E' così, cucinare per me vuol dire seguire il cuore.