Crea sito

Panzerotti con castagnaccio dolci tipici della Lucania

I panzerotti con castagnaccio o in dialetto buccnotti, sono degli squisiti dolci fritti che si preparano nel periodo natalizio in Lucania.

La pasta che si usa per prepararli è la stessa che abbiamo già usato per le crespelle di Natale lucane, per la ricetta cliccate qui.

Sono simili a dei ravioli ed il ripieno può essere fatto in tante varietà, anche in base al luogo o anche in base alla famiglia stessa che li prepara!

L’ingrediente pricipale comunque per il ripieno è la castagna, poi c’è chi li riempie solo con la crema di castagne e chi aggiunge cioccolato, mandorle, cannella, qualche goccia di liquore e così via, ognuno ha la sua ricetta preferita dei panzerotti con il castagnaccio.

Questa versione dei panzerotti con castagnaccio o buccnott è con le castagne lesse, cacao e rum, una ricetta di famiglia tra le più buone che ci siano! 🙂

Un consiglio che vi posso dare è quello di preparare il ripieno in anticipo, magari il giorno prima.

Infatti il castagnaccio richiede abbastanza tempo per prepararlo, lessare le castagne e poi toglierne la polpa non è un lavoro veloce in effetti, per cui è bene averlo già pronto all’uso!

Prepariamoli insieme, il lavoro ne varrà la pena perchè i buccnott sono una vera prelibatezza!

Panzerotti con castagnaccio

  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:2 ore in totale minuti
  • Cottura:40 minuti per lessare le catsgane + 5 minuti per il ripieno minuti
  • Porzioni:circa 40 panzerotti
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Farina 00 1 kg
  • Olio di semi (circa 200 ml) 1 bicchiere
  • Vino bianco (circa 200 ml) 1 bicchiere
  • Zucchero 1 cucchiaio
  • Sale 1 pizzico
  • Uova 5
  • Olio di semi (per friggere) q.b.
  • Zucchero a velo (per decorare) q.b.

Per il ripieno

  • Castagne 1 kg
  • Zucchero 300 g
  • Rum 1 bicchiere
  • Cacao amaro in polvere 50 g
  • aroma di vaniglia 1

Preparazione

  1. Per prima cosa, lessate le castagne, dovranno cuocere circa 30/40 minuti, regolatevi comunque con la cottura assaggiandone una.

  2. Quando le castagne saranno cotte, scolatele e armandovi di pazienza cominciate a togliere la polpa di ogni castagna.

  3. Per togliere la polpa tagliatele a metà e usate un cucchiaino per scavarle.

  4. Quando avrete finito questo lavoro di pazienza, otterrete da 1 kg di castagne circa 800 g di polpa di castagne.

  5. Frullate tutta la polpa con il mixer.

  6. Dopo di che, mettete il composto ottenuto in una pentola di acciaio con il fondo spesso.

  7. A questo punto, unite lo zucchero, il cacao amaro, l’aroma di vaniglia ed il rum.

  8. Cominciate a cuocere a fuoco basso e con un mestolo di legno mescolate continuamente per qualche minuto, fate arrivare a bollore e spegnete.

  9. Se il castagnaccio vi sembra troppo acquoso, continuate a cuocere finchè non sarà abbastanza consistente per fare il ripieno.

  10. Mettete da parte e fate raffreddare, se lo preparate il giorno prima potreste conservarlo in frigo opportunamente coperto oppure conservarlo nel congelatore per poi utilizzarlo più in la.

  11. Nel frattempo fare la pasta mettendo la farina sulla spianatoia, aggiungervi il sale ed il cucchiaio abbondante di zucchero.

  12. Mescolare gli ingredienti secchi, dopo di che unirvi le uova, l’olio ed il vino un pò alla volta.

  13. Lavorate per bene tutti gli ingredienti, la pasta dovrà risultare elastica.

  14. Regolatevi comunque con gli ingredienti, se la pasta risulta troppo secca aggiungete altro vino bianco o anche un poco di acqua andrà bene.

  15. Adesso, prendete la pasta e con un mattarello stendete delle sfoglie molto sottili, circa 1 mm.

  16. Con un cucchiaino o meglio con la sacca per pasticcere, posate tante palline di castagnaccio sulla sfoglia, ben distanziate tra loro.

  17. Copritele poi con la stessa sfoglia se abbastanza larga oppure con un’altra sfoglia messa sopra.

  18. Con la rotella tagliapasta oppure con l’attrezzo apposito per ravioli formate tanti ravioli cercando di tenere il ripieno all’interno della pasta e di non farlo fuoriuscire.

  19. Chiudete ulteriormente ogni panzerotto con i denti di una forchetta.

  20. Panzerotti con castagnaccio

    E’ importante non far fuoriuscire il ripieno onde evitare schizzi durante la friggitura 😉 .

  21. Quando tutti i panzerotti saranno formati, friggeteli in olio di semi, girateli da entrambi i lati, la pasta deve fare le “bolle” durante la friggitura.

  22. A doratura alzateli dall’olio e posateli in un recipiente abbastanza capiente con carta assorbente sul fondo.

  23. Infine, fate raffreddare e servite i panzerotti con castagnaccio cosparsi di zucchero a velo, saranno una delizia!!

  24. Panzerotti con castagnaccio

    Altre ricette di Natale del Blog:

    Crespelle di Natale dolci tipici lucani

    Albero di Natale con girelle di pasta sfoglia

    Alberello di Natale di pancarrè nutella e nocciole

  25. Seguitemi anche sulla pagina Facebook del Blog per essere aggiornati sulle ultime novità.

  26. Alla prossima ricetta amici!

  27. Torna alla HOME 🙂 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.