Crea sito

Pasta dell’ultimo secondo

Dite la verità: quante volte vi è capitato di avere voglia di mangiare un piatto di pasta ma di non avere tempo per preparare il condimento? Con la mia Pasta dell’ultimo secondo il problema è risolto: si frulla tutto a crudo e in 3 minuti è pronto. Facile no? Venite a vedere come si fa!

Volete ricevere ogni giorno sfiziose ricette facili e veloci in maniera totalmente GRATUITA? Iscrivetevi al mio canale Messenger. Come? Semplice:
Andate qui https://m.me/latatipasticciona e cliccate su INIZIA.

pasta dell'ultimo secondo FOTO BLOG 2
  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione3 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • PorzioniPer 2 persone

Ingredienti

  • 180 gPasta corta
  • 180 gCarne in scatola (tipo Simmenthal)
  • 60 gCipolle rosse
  • 160 gCrescenza
  • 3 cucchiaiSucco di limone
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Per decorare

  • q.b.Scorza di limone (grattugiata)

Preparazione

  1. Mettete a scaldare abbondante acqua. Appena bolle, salatela e versate la pasta.

  2. Nel frattempo preparate il condimento.

  3. Nel boccale del mixer (o del frullatore) mettete la carne in scatola, la cipolla cruda pulita e lavata e la crescenza.

  4. Frullate il tutto alla massima velocità per una decina di secondi, poi regolate di sale, pepe e aggiungete il succo di limone.

  5. Frullate ancora per amalgamare bene, fino ad ottenere una crema omogenea.

  6. Scolate la pasta al dente e conditela con la crema ottenuta.

  7. Decorate con scorza di limone grattugiata e servite calda.

  8. Buon appetito con la vostra Pasta dell’ultimo secondo!

Il consiglio de la Tati pasticciona

La crescenza può essere sostituita con dello stracchino o della ricotta fresca.

*** Se vi piacciono le mie ricette, seguitemi anche sulla mia pagina facebook “la Tati pasticciona” Grazie! ***

Come sempre, se realizzate questa o qualsiasi altra mia ricetta, vi invito a farmi avere la foto: la inserirò con grande piacere nell’album FATTI DA VOI.

Mi trovate anche su PINTEREST e INSTAGRAM.

Per tornare alla HOME, cliccate QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.