Polpette filanti alla pizzaiola

Queste polpette le ho ideate su richiesta di mia figlia, studentessa universitaria fuori sede.
Le ho chiamate “alla pizzaiola” perché alcuni ingredienti richiamano il gusto della pizza, potrei anche chiamarle “polpette dello studente” per la facilità di esecuzione e perché non necessitano utensili particolari, ideali per i giovani che vivono lontano da casa e hanno poco tempo o poca pratica in cucina.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 8 polpette

  • 100 gprosciutto cotto
  • 4 cucchiaipangrattato
  • 2 cucchiaiGrana Padano DOP (o altro formaggio grattugiato)
  • 1 cucchiaiopassata di pomodoro
  • 1/2 cucchiainoorigano secco
  • 1uovo
  • 1 pizzicosale
  • 1 pizzicopepe (facoltativo)
  • 40 gmozzarella
  • 1 cucchiaiopangrattato (per la panatura)
  • q.b.olio di arachide (per friggere)

Preparazione

  1. Tagliare il prosciutto con un coltello a pezzettini molto fini.

  2. Tagliare a cubetti piccololi la mozzarella e asciugarla bene con la carta assorbente da cucina

  3. In una ciotola rompere l’uovo, salare e pepare, sbattere leggermente con una forchetta.

  4. Unire all’uovo, sempre mescolando con la forchetta, la passata, il pangrattato, il formaggio grattugiato, l’origano e il prosciutto, compattare infine con le mani.

  5. Prendere una cucchiaiata abbondante del composto, inserire al centro uno o due pezzetti di mozzarella e formare una pallina.

    Proseguire allo stesso modo formando altre polpette fino ad esaurire l’impasto.

  6. Versare nella ciotola svuotata un cucchiaio di pangrattato e impanare le polpette.

  7. Versare in una padella dell’olio di semi fino a coprire il fondo, scaldare e friggere le polpette da tutti lati rigirandole con delicatezza con un cucchiaio.

  8. Quando saranno ben dorate scolarle e adagiarle su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

    Servire calde per avere l’effetto filante della mozzarella e accompagnare con dell’insalata mista.

    Se non le consumate subito conservatele in frigorifero coperte per un paio di giorni potete scaldarle al microonde o mangiarle tranquillamente a temperatura ambiente.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lastefyincucina

Stefania, mamma e casalinga full-time. Sono curiosa, amo viaggiare e sperimentare. La mia cucina è fantasia, improvvisazione e semplicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.