Polpette con il gambo dei broccoli

Cucino spesso la pasta con i broccoli utilizzando solo le cime, tempo fa i gambi e le foglie finivano nell’umido non sapendo come utilizzarli.
Leggendo un libro che parlava degli sprechi alimentari ho scoperto che alcune parti vegetali che solitamente scartiamo nelle preparazioni possono essere utilizzate per alcune semplici ricette.
E’ il caso di queste gustose e soffici polpette. preparate utilizzando il gambo dei broccoli e con l’aggiunta di altri pochi ingredienti, un’ottima soluzione anti-spreco!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2/3
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2broccoli (Solo i gambi)
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.maggiorana
  • 1peperoncino secco (facoltativo)
  • 1 cucchiaioricotta (o 1 cucchiaio di panna )
  • 3 cucchiaigrana Padano DOP (grattugiato)
  • 2 cucchiaipangrattato (più quello per la panatura)
  • q.b.olio di semi di arachide
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Lavare i gambi dei broccoli e tagliarli a pezzetti, portare a bollore una pentola d’acqua versare i gambi e cuocerli per 15/20 minuti senza salare.

    (Se poi si ha intenzione di cucinare la pasta con le cime, utilizzare la stessa acqua).

  2. Scolare e saltare qualche minuto in padella con un filo d’olio, la maggiorana, il sale e per chi vuole una nota piccante il peperoncino.

    Lasciare raffreddare e poi passare al mixer tritandoli grossolanamente.

  3. Mettere i gambi tritati in una ciotola con il grana e il pan grattato aggiungere la ricotta o la panna per legare bene gli ingredienti. Aggiustare di sale.

  4. Formare delle polpette e passarle nel pangrattato.

  5. Friggere in un tegame con olio di semi fino a doratura, scolare e mettere su un foglio di carta da cucina per fare assorbire l’unto in eccesso.

    Servire calde o tiepide.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lastefyincucina

Stefania, mamma e casalinga full-time. Sono curiosa, amo viaggiare e sperimentare. La mia cucina è fantasia, improvvisazione e semplicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.