Purè di fave, pomodori Camone, bufala e pesto – Come preparare un buon pranzo veloce

Purè di fave con pomodori camone, bufala e pesto

Il purè di fave, pomodori Camone, bufala e pesto è l’idea giusta per un pranzo veloce e di soddisfazione. Infatti possiamo realizzare questo piatto in pochi minuti sfruttando gli ingredienti che (spesso) troviamo in frigorifero in questa stagione. La crema di fave tiepida, con il suo sapore ricco e leggermente amarognolo, contrasta la freschezza dei pomodori Camone – sapidi, duri e aspri – e si accompagna in modo armonico con qualche quadretto di bufala fresca (affumicata nel mio caso) e poche gocce di pesto. Il risultato è un piatto perfetto da ogni punto di vista, colorato, buonissimo e sano.
Oggi a pranzo prepariamo insieme purè di fave, pomodori Camone, bufala e pesto da mangiare al sole di questa pigra primavera.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
461,75 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 461,75 (Kcal)
  • Carboidrati 24,20 (g) di cui Zuccheri 12,88 (g)
  • Proteine 28,34 (g)
  • Grassi 25,05 (g) di cui saturi 9,71 (g)di cui insaturi 1,59 (g)
  • Fibre 21,92 (g)
  • Sodio 1.179,89 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 250 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Cosa occorre per il purè di fave, pomodori Camone, bufala e pesto

Per questa ricetta ho usato fave fresche, ma il purè di fave viene benissimo anche con le fave secche. Spezzate e già decorticate non hanno bisogno di ammollo, e bollono in dieci minuti nella pentola a pressione.
  • 800 kgfave (da pulire)
  • 3pomodori sardi (Camone)
  • 100 gmozzarella di bufala (per me affumicata, ma andrà bene quel che c’è in frigorifero )
  • 1 cucchiainopesto alla Genovese (sciolto nell’olio)
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva (circa)
  • 5 gsale
  • 1 pizzicopeperoncino

Strumenti

  • Frullatore a immersione Philips HR2657/90 Mixer a Immersione
  • Pentola a pressione Lagostina Irradial Control Lagoeasy’Up Pentola a Pressione, 5 L

Come preparare velocemente purè di fave pomodori Camone bufala e pesto

  1. Purè di fave con pomodori camone, bufala e pesto

    Cominciamo sbucciando le fave. Se fossero biologiche, non buttiamo i baccelli: ben lavati e puliti si spadellano molto semplicemente e sono buonissimi.
    Proseguiamo bollendo le fave in acqua leggermente salata: bollono circa 15 minuti ma, se abbiamo fretta, la pentola a pressione dimezzerà i tempi.
    Quindi scoliamo le fave con una schiumarola, passiamole in un bicchiere alto e, aiutandoci con l’acqua di cottura, frulliamo con il mixer fino ad ottenere una crema della giusta consistenza. Ora trasferiamo qualche cucchiaio di crema calda in un piatto, spolveriamo leggermente di peperoncino e lasciamo raffreddare brevemente. Nel frattempo possiamo lavare i pomodori e tagliarli a pezzettini. Così pure per qualche pezzetto di bufala. Allunghiamo il pesto con l’olio in una ciotolina e siamo pronti per montare il piatto: versiamo sul purè di fave la dadolata di mozzarella e pomodoro, coliamo il pesto a colorare e insaporire tutto, e buon appetito!

Note della cuoca

Per alleggerire il piatto, sostituiamo la bufala con feta sbriciolata e il pesto con qualche foglia di basilico fresco: conterrà meno grassi.
Questa ricetta per un pranzo veloce è davvero buonissima. Il contrasto di consistenze e sapori e il purè caldo coperto di inalata fresca danno un risultato di prim’ordine nonostante la semplicità degli ingredienti e dell’esecuzione.
Se il purè di fave dovesse avanzare, è un ottimo condimento per gli spaghetti di domani, allungato con l’acqua della pasta, con l’aggiunta di olio, pecorino e pepe nero.
Se questa ricetta ti è piaciuta, leggi anche il purè di fave e cicoria, piatto tradizionale pugliese, e se vuoi imparare a fare il pesto genovese, ecco la mia ricetta.
In tutta Italia, le ricette della cucina tradizionale sono piatti con pochi ingredienti, spesso poveri. E in tutta Italia sono buonissimi. Da genovese, ho a cuore soprattutto la tradizione ligure: se hai voglia d’assaggiare, prova lo zimino di ceci e bietole, il sugo di noci e la focaccia genovese.

Se vuoi leggere tutte le mie ricette genovesi, e molto altro, TORNA ALLA HOME. Seguimi anche su Facebook e su Instagram e troverai tante idee e consigli. Lascia un commento, qui sotto troverai lo spazio per farlo. Sarò felice di leggerlo.

Nota: in questa ricetta sono presenti link di affiliazione.

3,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.