Pizza rustica con cime di rapa, salsiccia e provola

Questa pizza rustica con cime di rapa, salsiccia e provola ha una storia. Mio figlio maggiore è vissuto per qualche anno a Strasburgo, una piccola adorabile città al confine tra la Francia e la Germania. Strano ma vero, proprio lì, in un buchetto piccolissimo occupato quasi completamente dal forno a legna, si trovava il miglior pizzaiolo napoletano del creato. La pizza era divina, il prezzo a sentimento: mai lo stesso. Da Ciro ho assaggiato la pizza friarielli e salsiccia con il bordo pieno di ricotta. La mia pizza rustica con cime di rapa, salsiccia e provola non è che una pallida imitazione della sua. Me l’ha suggerita la mia amica Marinella, napoletana anche lei. L’impasto è pasta di pane e la pizza è chiusa, così l’interno resta morbido e umido.
Se qualcuno, come me, ama la pizza con tutto il cuore ma non digerisce il lievito, dia un’occhiata alla mia pizza margherita senza lievito: è una ricetta garantita che ho sperimentato più volte. Altrimenti c’è sempre la focaccia al formaggio di Recco, buonissima e senza lievito. Chi ama le torte rustiche, ma ha poco tempo e non vuole impastare, potrebbe inoltre trovare interessante il rustico di scarola e albicocche secche, una preparazione salvacena rapida e di grande eleganza.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
1.081,31 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 1.081,31 (Kcal)
  • Carboidrati 90,87 (g) di cui Zuccheri 3,16 (g)
  • Proteine 46,83 (g)
  • Grassi 59,43 (g) di cui saturi 13,07 (g)di cui insaturi 5,04 (g)
  • Fibre 11,76 (g)
  • Sodio 2.743,47 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 220 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti della pizza rustica con cime di rapa, salsiccia e provola

Per l’impasto

  • 300 gfarina integrale
  • 200 gfarina Manitoba
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 320 mlacqua (tiepida)
  • 3 glievito di birra fresco
  • 10 gmalto d’orzo
  • 10 gsale

Per il ripieno

  • 1 kgcime di rapa (da pulire)
  • 1 spicchioaglio (schiacciato)
  • 350 gsalsiccia (piccante)
  • 250 gprovola (dolce)
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 3 gsale
Da oggi puoi ricevere tutte le ricette nuove sul canale Telegram del mio blog. È gratuito e per iscriverti ti basterà semplicemente aprire questo link: in questo modo sarai sempre aggiornato su ricette, segreti, consigli e novità. Potrai ricevere sul tuo telefono tutte le ricette, senza rischiare di perderne alcuna e senza bisogno di inserire nessun numero di telefono o indirizzo mail; se poi dovessi desiderare uscire dal canale, sarà sufficiente eliminarlo.
Ti sarei molto grata se volessi condividere il canale Telegram del mio blog con amici e conoscenti interessati.

Come preparare la pizza rustica cime di rapa, salsiccia e provola

Se manca il tempo, comperate dal panettiere mezzo chilo di pasta di pane, andrà bene ugualmente.

Prepariamo l’impasto

  1. Impastiamo velocemente, con le mani o con l’aiuto del robot da cucina. Otterremmo una pagnotta morbida ed elastica. Mettiamola quindi in una ciotola abbastanza capiente e leggermente unta, e sigilliamo bene con la pellicola. Riponiamo l’impasto in fondo al frigorifero e lasciamolo lievitare lentamente per molte ore. Andrà bene impastare il mattino per la sera, o la sera per il mattino dopo. Se questo fosse impossibile, consiglio di aumentare leggermente la quantità di lievito, e di lasciare lievitare la pasta al calduccio e coperta, per almeno due o tre ore. Se l’impasto esce dal frigorifero, prima di essere lavorato ha bisogno di un po’ di tempo, per tornare a temperatura ambiente.

Prepariamo il ripieno

  1. Puliamo le cime di rapa eliminando i gambi (che sono buonissimi fritti in pastella) e laviamole accuratamente. Trasferiamo le verdure in padella con olio e aglio e lasciamo cuocere a fuoco vivo finché non siano asciutte dall’acqua di vegetazione. Aggiungiamo quindi la salsiccia piccante, tolta dal budello, e sgraniamola con la forchetta. Permettiamo alla salsiccia di rosolare bene e di insaporire le cime di rapa. Spegniamo il fuoco e assaggiamo il sale, per aggiungerne se servisse. Questo ripieno dev’essere piccante, quindi nel caso adoperiate salsiccia normale, ricordatevi di aggiungere il peperoncino. Infine tagliamo la provola a pezzetti e teniamola da parte.

Finiamo di preparare la pizza rustica cime di rapa, salsiccia e provola

  1. Pizza rustica con cime di rapa e salsiccia

    Dividiamo l’impasto in due parti uguali, e usiamo la prima per formare la base della pizza rustica. Tiriamola un po’ più grande del necessario per poterla chiudere bene. Cerchiamo una teglia a bordo basso da 28-30 cm di diametro e, dopo averla unta, foderiamola con il disco di pasta di pane. Aggiungiamo il ripieno di verdura e salsiccia, copriamo con la provola e chiudiamo tutto con il secondo disco di pasta. Sigilliamo bene i bordi perché il ripieno non fuoriesca durante la cottura e tagliamo l’eccedenza. Lasciamo lievitare ancora una trenta minuti, poi cuociamo a 200° nel forno preriscaldato per circa mezz’ora.

Note della cuoca

Chi avesse in casa un pochino di ricotta potrebbe provare a «fare il cornicione» alla pizza rustica, cioè a riempirne il bordo; gli altri non si disperino, perché anche senza ricotta è già molto buona. La pasta che avanza, rimpastata e lievitata, è perfetta per fare il pane.
Con le cime di rapa ho cucinato anche la polenta: prova, è un piatto eccezionale.

Tornando alla HOME troverai altre ricette dolci e salate, per le feste e per tutti i giorni, ricette regionali e vegetariane. E perché non seguirmi anche su Facebook e Instagram, e d’ora in poi anche su Telegram: troverai ricette veloci, molti consigli utili e non ti capiterà più di essere senza idee per cena.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.