Crea sito

Panna cotta al parmigiano con lardo e uva

Panna cotta al parmigiano con lardo e uva caramellata

Non c’è cosa più golosa della panna cotta al parmigiano, che con lardo e uva caramellata è davvero originale. Ma non scherza nemmeno con filetti di peperoni al forno o con la pancetta croccante. Oggi la propongo appunto con lardo e uva e con i peperoni, un po’ per senso estetico (i colori di questo piatto sono bellissimi) un po’ per accontentare carnivori e vegetariani che spesso convivono intorno alla stessa tavola.
Lardo e uva caramellata, però, non sono certo l’unica opzione per la panna cotta al parmigiano, con cui sono possibili molti altri abbinamenti sfiziosi. Accompagnate questo piatto all’insalatina di carote e nocciole o alle torrette di barbabietola e feta fate seguire un buon risotto, finite con la crostata di prugne con zenzero e liquirizia e avrete preparato un pranzo da re, anzi…da regina.

panna cotta al parmigiano con lardo e uva caramellata
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la panna cotta al parmigiano con lardo e uva

  • 250panna da montare, 35% di lipidi
  • 30 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 4 gcolla di pesce
  • 4 fettelardo
  • 4uva nera (acini)
  • Mezzo cucchiainozucchero
  • Mezzo cucchiainoburro
  • q.b.sale

Ingredienti della variante ai peperoni

  • 4 filettipeperoni (arrosto, due rossi e due gialli)
  • 2 fogliebasilico
  • q.b.sale

Come preparare la panna cotta al parmigiano

  1. Anche oggi vi propongo un budino velocissimo, ma elegante e squisito. Cominciamo mettendo a bagno in acqua fredda la colla di pesce, così sarà pronta quando serve. Intanto mettiamo la panna a scaldare su un fuoco dolce, fino a che diventi ben calda, Aggiungiamo il parmigiano grattugiato e infine la colla, scolata e strizzata. Dopo aver mescolato qualche minuto, spegniamo il fuoco.

    Budino fatto. Ora basterà colarlo in quattro stampini monodose e, una volta freddo, lasciarlo riposare in frigo coperto per qualche ora.

  2. panna cotta al parmigiano con lardo e uva caramellata

Come completare la panna cotta al parmigiano

  1. Panna cotta al parmigiano con peperoni al forno e basilico

    Al momento di servire, stacchiamo delicatamente la panna cotta dagli stampini, con una leggera pressione delle dita, o con la lama di un coltello sottile intiepidito sotto l’acqua calda, e giriamole in un piatto. In una padellina calda, con una presa di zucchero e un filo di burro, caramelliamo l’uva fino ad averla bella lucida. Spegniamo il fuoco e saliamo leggermente. Formiamo un piccolo nido con una fettina di lardo e mettiamo al centro un acino d’uva nera.

    Per la variante ai peperoni, disponiamo due piccoli filetti di peperone arrosto già salati, uno rosso e uno giallo, sulla panna cotta, e completiamo con basilico fresco tagliato sottilissimo.

Qualche altra idea per voi

Questa panna cotta è perfetta per le feste. Servita direttamente dentro una verrina (anche usa e getta, ma meglio in vetro), sarà una bellissima portatina finger food. Potrete abbinarla ad altre piccole portate sul vostro buffet.

Se vuoi leggere i miei articoli su come organizzare una bellissima festa, senza troppa fatica, TORNA ALLA HOME: troverai anche molte ricette, per tutti i giorni e adatte alle feste. Se ti piacciono, seguimi su Facebook.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.