Crea sito

Frollini alle nocciole – Biscotti al burro per le feste

Frollini alle nocciole, biscotti al burro

I frollini alla nocciola sono tra i miei preferiti. La combinazione di burro e nocciole è un biscotto friabile perfetto per me, che adoro entrambi questi ingredienti. Inoltre era da tempo che desideravo testare un mattarello che ho comprato anni fa al mercatino di Natale, e che stampa i biscotti tutti uguali con tanti bei disegnini . Una volta tagliati, questi tegolini sono tutti della stessa misura e perfettamente impilabili. Si potranno quindi confezionare in modo carino e costituiranno un regalo perfetto — specie se aggiunti a un buonbarattolo di marmellata e ad altre varietà di biscotti, magari alla cannella. Quindi oggi vi consiglio di preparare i frollini alle nocciole, e di mangiarli tutti. Se sono buoni, potrete rifarli per confezionarli e regalarli agli amici a Natale. Io lo farò senz’altro, perché il mattarello che stampa mi entusiasma, e ne ho comperato un altro con un disegno diverso.

Frollini alle nocciole. Biscotti al burro
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gfarina 00
  • 100 gnocciole tostate (di buona qualità)
  • 175 gburro
  • 150 gzucchero di canna
  • 1 pizzicosale
  • 1 cucchiainocacao amaro in polvere (facoltativo)
  • 1uovo
  • 1 cucchiainolievito chimico in polvere

Preparazione dei frollini alle nocciole

Prima di cominciare, dobbiamo macinare le nocciole con un macinino da caffè, fino a ridurle in farina.
  1. Frollini alle ncciole

    Prepariamo la frolla nel robot da cucina. Mescoliamo farina, nocciole, sale, lievito e zucchero. Quindi azioniamo il robot e uniamo il burro, ben freddo, a pezzetti. Infine aggiungiamo l’uovo, che amalgamerà questo impasto sabbioso, e il cacao. Io ho messo un solo cucchiaino, per dare colore ai biscotti, ma non è obbligatorio: vedete voi cosa fare.

    Dividiamo l’impasto in tre panetti e riponiamone due in frigorifero. Tiriamo quindi il primo impasto su una striscia di carta forno della misura del mattarello intagliato, pareggiamo i bordi e mettiamolo ben disteso a riposare in frigorifero. Facciamo lo stesso con gli altri due panetti di frolla alla nocciola, e lasciamoli riposare almeno trenta minuti in frigo.

    Intanto, scaldiamo il forno a 160°. Infariniamo bene il mattarello usando un setaccio, per arrivare dentro le fossette degli intagli. Prendiamo la prima striscia dal frigo e stampiamola con il mattarello, esercitando una pressione costante. Poi le altre due, una per volta. Quindi inforniamole una a fianco all’altra, per 10 minuti. Infine estraiamo la teglia e, con un coltello lungo, tagliamo la pasta biscotto stampata lungo le corsie che si saranno create. Poi rimettiamo in forno per altri 10 minuti.

Note della cuoca

Tagliare la pasta biscotto è un’operazione da fare molto velocemente. Per le indicazioni necessarie, vi rimando alla mia ricetta delle lunette glassate quasi perfette, deliziosi biscottini di pasta frolla all’olio.

Questi biscottini sembravano molto belli. Talmente belli, in realtà, che ho fatto anche un video (che trovate sulla mia pagina Facebook) in cui si vede il procedimento di stampa col mattarello e quanto ne fossi contenta. Devo dire, tuttavia, che la fattura del mio mattarello potrebbe essere migliore, perché i disegni non si leggono molto bene: rilievi e incisioni geometriche, carine ma non abbastanza. Ma l’idea mi piace tantissimo, così ne ho comperato uno nuovo con un bel disegno floreale. Lo proverò presto.

Se vi piace l’idea di abbinare questi biscotti alle marmellate per una confezione regalo, date un’occhiata alla mia ricetta base per le marmellate, dove spiego anche come preparare ottime confetture aromatiche da regalare a Natale.

Torna alla HOME, per leggere molte altre ricette, tradizionali, moderne, vegetariane e no. Ti aspetto.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.