Baci di dama mandorle e maggiorana. Senza burro né uova

Baci di dama mandorle e maggiorana

I baci di dama mandorle e maggiorana sono la versione salata dei baci di dama classici, biscottini alla nocciola che io adoro. Questi sono impastati con burro di cocco, farina di mandorle e un’ombra di marsala. Non ci sono né burro, né uova, ma sono molto friabili. Ma soprattutto il sapore dolce delle mandorle si sposa alla perfezione con la maggiorana fresca, con cui ho arricchito il formaggio spalmabile che serve per chiudere i baci di dama salati. A chi non amasse o non potesse mangiare il formaggio consiglio di sostituirlo con hummus mediorientale. In questo modo avremo un biscottino buonissimo e perfettamente vegano, che potremo servire all’aperitivo.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni5
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaSalutare
253,82 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 253,82 (Kcal)
  • Carboidrati 14,17 (g) di cui Zuccheri 0,90 (g)
  • Proteine 5,94 (g)
  • Grassi 20,76 (g) di cui saturi 11,20 (g)di cui insaturi 7,23 (g)
  • Fibre 2,46 (g)
  • Sodio 243,94 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 50 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Cosa occorre per i baci di dama mandorle e maggiorana

  • 100 gfarina 00
  • 100 gmandorle (ridotta in farina)
  • 20 mlvino bianco
  • 80 gburro di cocco
  • 60 gformaggio fresco spalmabile
  • 1 pizzicosale
  • 1 pizzicopepe
  • 5 gmaggiorana (foglie fresche e tritate)

Come preparare i baci di dama mandorle e maggiorana

Prepariamo l’impasto

  1. Questo impasto è semplicissimo da preparare. Bisogna cominciare dalla farina di mandorle, che possiamo ottenere macinando le mandorle con un macinino da semi. In realtà molti robot da cucina lo hanno in dotazione: con un buon motore sarà un’operazione semplicissima. Mescoliamo la farina di mandorle così ottenuta con la farina, il burro di cocco, un sorso di vino bianco o di marsala, un pizzico di sale e pepe. Infine impastiamo a mano in una ciotola o, più velocemente, nel piccolo mixer del frullino a immersione. Il mio è questo e lo consiglio a tutti: funziona benissimo.
    L’impasto sarà pronto in un attimo. Poi formiamo tante piccole sfere tutte uguali, disponiamole in una teglia foderata di carta forno e mettiamo in frigo a riposare per almeno trenta minuti.

Cuociamo i baci in forno e chiudiamoli con formaggio e maggiorana

  1. Baci di dama con mandorle e maggiorana

    Scaldiamo il forno a 160°, estraiamo i baci di dama alle mandorle dal frigo e cuociamoli per soli 15 minuti. Quindi aspettiamo che si raffreddino.
    Intanto prepariamo la farcia con cui li chiuderemo, mescolando semplicemente il formaggio spalmabile con le foglie di maggiorana fresca tritate finemente. Infine uniamo i biscotti salati a due a due, incollandoli con un cucchiaino di formaggio e maggiorana (o, se preferite, di hummus). Conservate al fresco fino al momento di servire.

Leggete ancora un attimo

Questa ricetta ha una versione canonica, con burro vaccino e 80 gr di parmigiano grattugiato nell’impasto. I baci vengono buonissimi, sanno di parmigiano e di mandorle. La mia versione è più leggera: se vi piace l’idea, provatela con il formaggio alla maggiorana, con l’hummus di ceci o anche con quello di fave.
Chi ama i piccoli antipasti può leggere i frollini al pepe farciti con maionese di zucca e i cannoli con gorgonzola e melagrana.

Tornando alla HOME, trovi una sezione dedicata alla cucina vegetariana, con tante altre ricette: pasta con le verdure che ho imparato dalla parte siciliana della mia famiglia e torte salate che, invece, ho imparato dalla parte ligure. Seguimi anche su Facebook e su Instagram. Le mie pagine sono ricche di ricette veloci e consigli utili, e non ti capiterà più di rimanere senza idee per cena.

Nota: in questa ricetta sono presenti link di affiliazione.

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.