Crea sito

Tartine con robiola e gamberetti

Le Tartine con robiola e gamberetti, hanno un gusto davvero fresco e piacevole. Sono realizzate con la pasta brisée, che solitamente amo fare in casa. Questa volta però, visto che siamo a ridosso delle feste natalizie, ho pensato fosse meglio ridurre i tempi, ed optare per una sfoglia già pronta. Non ho potuto invece, fare a meno, dei gamberetti freschi…In questa preparazione li ho scottati, ma se volete consumarli crudi, proprio come piacciono a me, dovete congelarli per almeno 4/5 giorni, e poi farli scongelare lentamente in frigorifero.

Tartine di robiola e gamberetti
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 fogliaPasta brisée
  • 200 gRobiola
  • Scorzetta di mezza arancia non trattata
  • q.b.Succo di arancia
  • 300 gGamberetti freschi
  • q.b.Pepe macinato fresco
  • q.b.Lamponi freschi

Strumenti

  • Pentola
  • Stecchino
  • Schiumarola
  • Cucchiaio
  • Cucchiaino
  • Teglia
  • Carta forno
  • Coltello
  • Coppapasta a forma di stella

Preparazione

  1. Prima di tutto, dovete pensare ai gamberetti.

    Togliete via il carapace, ma non la testa, e con l’aiuto di uno stuzzicadenti, portate via il filettino nero, che si trova sul dorso dei gamberetti.

    Si tratta dell’intestino, quindi pulite il crostaceo meglio che potete, per evitare sgradevoli sapori.

    Mettete a bollire in un pentolino, un bicchiere di acqua, e scottatevi i gamberetti per soli 2 minuti.

    Scolateli con l’aiuto di una schiumarola, e riponeteli in una ciotolina.

    Una volta freddi, metteteli in attesa nel frigorifero.

    Riscaldate il forno, modalità statico, portandolo ad una temperatura di circa 180°C.

    Prendete la sfoglia di pasta brisée, e con il coppapasta a forma di stella, ricavate le vostre tartine.

    Ponetele su una teglia, ma rivestita di carta da forno, ed infornate.

    Lasciate cuocere per circa 4/5 minuti, poi spegnete, e lasciate raffreddare.

    Versate la robiola in un’altra ciotola,e aggiungetevi sia la scorza di arancia che il pepe macinato fresco.

    Per quanto riguarda il succo, mettetelo gradualmente, tanto quanto basta per renderla cremosa.

    Ora che tutto è pronto, potete assemblare gli ingredienti.

    Servite le vostre Tartine con robiola e gamberetti, decorandole con lamponi freschi.

Consiglio: se avete del tempo, preparate voi stesse la pasta brisée, e congelatela…vi sarà molto utile, in occasioni di emergenza.

Se amate i gamberi, non perdetevi questa ricetta: https://blog.giallozafferano.it/lappetitovienmangiando/gambas-al-ajillo-gamberi-allaglio/

Vi è piaciuta la mia ricetta Tartine con robiola e gamberetti? Seguitemi sulla pagina Facebook per non perdere nessuna novità!!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.