Crea sito

Spiedini di fegato guanciale e pancarré

Con gli Spiedini di fegato guanciale e pancarré, ho trovato il modo di far mangiare il fegato, anche ai miei nipotini, perché aromatizzato in questo modo, perde un pò del suo sapore particolare. Si tratta di una ricetta che non richiede abilità in cucina, ma solo un pò di tempo, perché il fegato deve riposare nel pane grattugiato almeno un’oretta, affinché si insaporisca bene. Ho pensato ai pezzetti di guanciale, perché questo, non solo lo rende gustoso, ma anche più morbido…la pancetta non darebbe lo stesso risultato, perché molto più magra.

Spiedini di fegato guanciale e pancarré
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gfegato di vitello tagliato a dadini
  • 150 gguanciale a fettine
  • 50 gpane grattugiato
  • 4 fette circa di pancarré
  • q.b.foglie di alloro
  • 1 ciuffosalvia
  • 1 pizzicocannella in polvere
  • 4 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • q.b.sale e pepe
  • 2lime

Strumenti

  • Ciotola
  • 8 Spiedini
  • Padella antiaderente

Preparazione

  1. Prima di tutto, organizzate il vostro piano di lavoro, con tutti gli ingredienti, ma già dosati, così da avere ogni cosa a portata di mano.

    In una ciotola, ma capiente versate il pane grattugiato, la salvia, precedentemente tritata, un pizzico di sale, il fegato tagliato a dadini, e mettetelo a riposare per 1 oretta, perché possa insaporirsi bene.

    Nel frattempo tagliate, prima in 4 quadrati le fette di pancarré, ma poi ancora in due ogni quadratino, così che il pane in ogni spiedino, non sia eccessivo.

    Tagliate a strisce anche le fette di pancetta, ma dividete a metà anche le foglie di alloro, così da avere tutto pronto per l’assemblaggio dello spiedino.

    Ora prendete uno spiedo, ed iniziate con un pezzetto di pancarré, subito dopo con il guanciale, ma anche 2 pezzetti di fegato che avevate messo a riposare, ancora guanciale, pane e alloro, così da stratificare tutti gli ingredienti che sono a vostra disposizione.

    Fatene tre strati per ogni spiedo, ma terminando sempre con un pezzetto di pane, e se avete fatto male i conti, o gradite un’altra alternanza, fate pure come desiderate, perché il sapore non cambierà.

    Mettete due cucchiai di olio all’interno della padella antiaderente, fatevi cuocere gli spiedini, ma irrorandoli anche in superficie, con l’olio rimanente, così che si ungano bene, e spolverizzateli con il pepe.

    Cuocete per circa venti minuti, ma a fuoco medio, ma girandoli più volte, perché si dorino, e non si brucino.

    Servite i vostri Spiedini di fegato guanciale e pancarré, caldissimi, e accompagnati da fette di lime.

Consiglio: se vi piace il fegato, non perdetevi: Fegato di vitello alla veneta

Potete sostituire, ma a piacimento, sia il fegato di vitellone, che quello di suino, e addirittura quello di pollo, perché comunque, il vostro spiedino sarà buonissimo.

Vi è piaciuta la mia ricetta Spiedini di fegato guanciale e pancarré? Seguitemi sulla pagina Facebook per non perdere nessuna novità!!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.