Crea sito

La giardiniera in agrodolce di Rosaria

La giardiniera in agrodolce di Rosaria, è a dir poco fantastica. La prepara ogni anno, e sempre di questo periodo, utilizzando per lo più, le verdure del suo orto. Io seguendo la sua scia, mi ci dedico, a distanza di qualche giorno. Ovviamente, tutto quello che non trovo nel mio orto, lo acquisto, nella azienda agricola biodinamica, a me più vicina. Oggi però, non vi proporrò la mia, di giardiniera, ma giustappunto, quella di Rosaria…io ci metterò le mani, solo in questo fine settimana. Vi consiglio di provare al più presto questa ricetta, perché durante l’inverno, i vostri lessi, accompagnati da questa giardiniera, non saranno più gli stessi.

La giardiniera agrodolce di Rosaria
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo40 Giorni
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 lAceto di vino bianco
  • 1 bicchiereZucchero
  • 1 bicchieree mezzo di olio extra vergine di oliva
  • 1Finocchio grande
  • 1Cavolfiore medio
  • 6Carote
  • 6Coste di sedano
  • 300 gFagiolini
  • 3Peperoni colorati grandi
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Prima di tutto, pulite e lavate per bene tutte le verdure.

    Asciugatele, e fatele a pezzettini non troppo piccoli, ma non mettetele tutte insieme.

    Dividetele per tipologia, e riponetele in varie ciotole.

    Mettete a bollire, l’aceto, l’olio e il sale, e versate per primi, i cavoli e le carote.

    Dopo qualche minuto, inserite i fagiolini, e il sedano.

    Infine, aggiungete anche i peperoni, e il finocchio.

    Lasciate finire di cuocere ancora, ma solo per poco, perché le verdure devono comunque rimanere croccanti, e spegnete.

    Una volta che la vostra giardiniera, si sarà stiepidita, assaggiatela, e aggiustatela di sale.

    Versatela nei vasetti, precedentemente sterilizzati, e chiudete bene.

    Mettete ogni vasetto, all’interno di un calzino vecchio, o spaiato, e inseritelo in una pentola capiente e dal bordo alto.

    Riempitela di acqua fredda, e una volta colma di barattoli, portatela all’ebollizione.

    Dal momento in cui bolle, calcolate 35/40 minuti di cottura.

    Spegnete, e lasciate raffreddare completamente, lasciando tutto nella pentola stessa.

    Etichettate, La giardiniera in agrodolce di Rosaria, e riponetela in un luogo buio ed asciutto, per almeno 40 giorni, prima di mangiarla.

Consiglio: se volete saperne di più, su come preparare correttamente le conserve, cliccate sul seguente link: https://blog.giallozafferano.it/lappetitovienmangiando/le-mie-conserve-dolci-e-salate/


Vi é piaciuta la mia ricetta La giardiniera in agrodolce di Rosaria? Seguitemi sulla pagina Facebook per non perdere nessuna novità!!

3,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.