Capesante al gratin

Le Capesante al gratin, sono davvero uno sfizio che ogni tanto possiamo concederci con grande piacere. In commercio se ne trovano sia di fresche, ancora chiuse nella loro conchiglia, aperte e sicuramente anche surgelate. Sicuramente nella maggior parte dei casi, è la pescheria che si occupa di aprirle, e di metterle in vendita già pulite. In ogni caso è un’operazione che non richiede molta abilità. Infatti, basta andare con la punta di un coltellino, in un angolo della conchiglia, più precisamente dove fa la piega, e con una leggera pressione, aprirla. All’interno vi salterà subito all’occhio un filamento che capiterà sia sopra che sotto il mollusco: si tratta dell’intestino. Assieme all’intestino, eliminate tutte quelle parti, chiare e scure, che non siano cuore e linguetta rossa. Infine, sciacquatela sotto l’acqua corrente, per eliminare il resto delle impurità residue.
Le capesante, sono molto diffuse nel Mar Mediterraneo, ma si trovano anche nel Mare del Nord e nell’Atlantico orientale: in questo ultimo luogo però, si trova la specie più grande, che arriva anche a 15 centimetri di diametro.

Non vi dico i miei nipotini che salti di gioia fanno, quando trovano all’interno del loro piatto, le conchiglie gratinate…impazziscono, ed io e mio marito con loro!

Capesante al gratin
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni8 conchiglie
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

8 capesante già aperte
1 spicchio grande di aglio
3 cucchiai pane grattugiato integrale
2 cucchiai olio extravergine d’oliva
barba di un finocchio
q.b. sale

Strumenti

1 Ciotolina
Carta forno
1 Teglia

Come si preparano le Capesante al gratin

Per preparare le Capesante al gratin, organizzate sul piano di lavoro, tutti gli ingredienti ma già dosati, così da avere ogni cosa a portata di mano.

Sicuramente le conchiglie che avete portato a casa, saranno già state aperte dalla pescheria di vostra fiducia, in questo modo sarà più semplice e veloce realizzare questa ricetta.

Controllate che sia stata pulita bene, ed eventualmente eliminate tutto ciò che ha un colore diverso dal bianco (noce) al rosso (corallo) del mollusco.

Fate questa operazione sotto l’acqua corrente, anche fosse solo per sciacquarle, e poi mettetele a sgocciolare in uno scola pasta.

Nel frattempo, in una ciotolina, versate il pane grattugiato, l’aglio tagliato a pezzettini, 3/4 della barbetta dei finocchi, l’olio extravergine di oliva, un pizzico di sale ed amalgamate bene.

Foderate una teglia con carta forno, e sistemateci all’interno le capesante.

Con un cucchiaino, distribuite sopra ogni conchiglia, una parte di preparato, ma senza esagerare, perché altrimenti rischiate che la gratinatura, superi il sapore del mollusco.

Infornate ma a forno già caldo a 180°C., e lasciate cuocere per circa 15 minuti, o comunque fino a quando non si saranno ben dorate, ma non seccate.

Quindi, non superate i 20 minuti di cottura.

Servite le vostre Capesante al gratin, calde o a temperatura ambiente, ma prima spolverizzatele con il resto della barba di finocchio che avevate messo da parte.

Consigli e varianti

Sicuramente, se utilizzate un pane grattugiato non integrale, il colore del vostro piatto sarà più chiaro, quindi decidete con cosa preparle.

Per me, avere del pane grattugiato integrale è normale, perché lo ricavo dal pane che faccio in casa, dove al massimo posso utilizzare la farina di tipo 2.

Potete conservare le Capesante al gratin, almeno per qualche giorno in frigorifero, sia da crude che da cotte.

Se sono fresche, potete anche congelarle, per utilizzarle quando vi occorrono: a volte le congelo da crude e già condite.

In questo modo, all’occorrenza, mi basterà farle scongelare in frigo e metterle direttamente in forno.

Ma questo lo faccio in prossimità di qualche festa importante, per non arrivare all’ultimo momento con 1000 cose da fare.

Amate i molluschi? Allora non perdetevi la prossima ricetta: Crostini con cozze e pomodorini

Vi è piaciuta la mia ricetta Capesante al gratin? Seguitemi sulla pagina Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità!!

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.