Che cos’è la celiachia?

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, un insieme di proteine contenute in frumento (grano), orzo, segale, avena, triticale,  farro, kamut e spelta.

L’organismo dei celiaci reagisce all’introduzione dei suddetti cereali scatenando una risposta immunitaria che provoca un’infiammazione cronica, danneggiando i tessuti e i villi intestinali ed essendo una malattia autoimmunitaria se non trattata può causare gravi conseguenze.

Dalla celiachia non si guarisce, il soggetto celiaco rimarrà tale per tutta la vita e l’unica cura consiste in una dieta assolutamente priva di glutine.

La completa esclusione del glutine dalla dieta implica un forte impegno, un’accurata selezione degli alimenti e accortezza durante la preparazione dei cibi in quanto il glutine lo si può trovare non solo in pasta, pane, pizza, torte, ma anche in prodotti che potrebbero sembrare privi di glutine come, fecola di patate, amido di mais, gelati, salumi, succhi frutta, marmellate, yogurt, ecc. ma che contengono, ad esempio, addensanti, coloranti, conservanti o altro che possono essere tossici per il celiaco o che, pur essendo privi di glutine, sono stati contaminati durante il processo di lavorazione.


L’Associazione Italiana Celiachia lavora da molti anni al servizio dei celiaci cercando di semplificarne le vite ed ha creato un prontuario, sempre in aggiornamento, che raccoglie gli alimenti in commercio senza glutine. Per chi è iscritto all’AIC il prontuario arriva a casa in forma cartacea pagando una quota annuale, per chi invece vuole consultarlo online, è possibile iscriversi gratuitamente al sito.

Anche nelle nostre cucine il rischio di contaminiazione è molto alto, quando preparate cibi per i vostri amici o parenti celiaci consultate sempre il prontuario, lavate bene tutti gli utensili e tenete lontani tutti gli alimenti contenenti glutine, perché anche la minima contaminazione può far male alla salute di un celiaco.

Negli ultimi anni la vita del celiaco è decisamente migliorata, oltre a poter mangiare cibi naturalmente privi di glutine come riso, mais, frutta, verdura, carne, pesce, pollo, latte e latticini in commercio esistono molti prodotti sostitutivi senza glutine come pasta, pane, dolci, ma ciò che io preferisco è cucinarli da me!

Spero di essere stata chiara e per qualsiasi dubbio non esitate a contattarmi!

Precedente Benvenuti nel mio blog! Successivo Cucinare con le farine senza glutine!