Spezzatino toscano alle spezie o stufato alla sangiovannese

Lo spezzatino toscano alle spezie o stufato alla sangiovannese è un piatto che si fa dalle mie parti, in provincia di Arezzo. Il suo sapore è molto particolare, si tratta infatti di uno stufato insaporito con spezie, vi sembra strano vero? Quasi una pietanza orientaleggiante, e invece è tipica del comprensorio di San Giovanni Valdarno, comune dell’aretino (io sono nata a 5 km da lì).

La vera versione dello stufato alla sangiovannese sarebbe un po’ diversa dalla mia ricetta, infatti la mia è come lo ha sempre preparato mia madre, in realtà lo stufato prevede la cottura con il brodo di zampa di vitello, che lo rende molto “colloso”, in senso positivo e ancor più saporito e prevede anche l’utilizzo di una maggiore quantità di spezie.

Io sono sincera, mi è capitato di mangiare lo stufato anche in ristoranti di alto livello, ma l’uso eccessivo di spezie non mi aggrada, quindi vi lascio la mia versione.

Per questa ricetta vi serviranno carni di manzo, dette pancia, reale e tenerone, carni non magre, che con una cottura lenta daranno il meglio.

Una curiosità sulla nascita dello spezzatino, dalla Pro-loco di san Giovanni Valdarno:

“Le sue origini risalgono agli inizi del secolo presso alcune fabbriche, come la Ferriera (nel reparto sbozzo e gassogeni), la Ceramica, le Fornaci Bagiardi, dove alcuni operai, particolarmente ghiotti e abili in culinaria, ogni tanto cucinavano lo spezzatino più che altro a base degli interiori degli animali (polmone, viscere, ecc…).
Uno di questi tra l’altro nel 1915 fu arruolato nell’esercito ed inviato in Libia dove fece il cuoco del reggimento (era la sua attitudine e passione). Qui scoprì le spezie e soprattutto imparò a cucinare i grandi quantitativi di pietanze. Al suo ritorno conservò gelosamente le scoperte e incominciò ad applicarle prima in casa, poi in Ferriera e infine nei saloni della Basilica, dove s’incominciò a cucinare lo spezzatino che da quel momento prese il nome di “stufato alla sangiovannese”.

Spezzatino toscano alle spezie o stufato alla sangiovannese
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    2,5-3 ore
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 700 g carne di manzo (Pancia, reale o fusello)
  • 2-3 Patate (medie)
  • 3-4 cucchiai Concentrato di pomodoro
  • 1 bicchiere Vino rosso
  • 1/2 cipolla rossa
  • pizzico Sedano
  • carota
  • 2 spicchi Aglio
  • q.b. Spezie (noce moscata, chiodi di garofano, pepe nero, cannella, coriandolo)
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale
  • Rosmarino
  • buccia di limone

Preparazione

  1. 1) Preparate il mix di spezie, pestandole e mettendo pochissima cannella in polvere e circa 2-3 chiodi di garofano, non di più perché il suo sapore è molto intenso

    2) Se avete il pezzo di carne intero tagliatelo a tocchetti di circa 2 cm di lato, fate un battuto anche grossolano degli odori, mettete la buccia di limone (giusto un pezzetto che poi toglierete) e qualche ago di rosmarino tritato.

    3) Rosolare la carne assieme al trito, quando, dopo circa 5 minuti sarà bella colorita sfumare col vino e var evaporare bene. Adesso unire le spezie, far andare per qualche minuto e aggiungere il pomodoro, mescolare e coprire con un coperchio, continuando la cottura per altre 2 ore-2 ore e mezza circa (dipenderà dal taglio di carne) sempre a fuoco bassissimo. Aggiungere dell’acqua bollente o del brodo di tanto in tanto.

    3) Gli ultimi 30 minuti unire le patate sbucciate e tagliate a tocchetti e ricoprire con il coperchio, mescolando dopo 5 minuti.

(Visited 876 times, 1 visits today)
Precedente Fagioli all'uccelletto-ricetta toscana Successivo Crostata decorata con i trucchi per farla perfetta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.