Biscotti di Garibaldi

Questi particolari biscotti, sono, come dice il nome stesso, dei biscotti dedicati a Giuseppe Garibaldi.

Pare che nel 1854, Garibaldi si recò in Inghilterra, nei pressi di New Castle e che questi dolcetti gli furono dedicati e messi in commercio quasi subito.

I biscotti di Garibaldi sono composti da 2 strati di pasta (una specie di pasta brisée) inframmezzati da uvetta, anche se in origine erano ripieni di ribes e marmellata di albicocche, vengono tagliati in rettangoli di circa 3 cm per, spennellati con uovo sbattuto e spolverati di zucchero.

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche qui QUI

 Biscotti di Garibaldi

Biscotti di Garibaldi

INGREDIENTI :

250 gr di farina 00 o 0

50 gr di burro morbido

100 gr di latte

3 gr di lievito per dolci

Fiordifrutta al pompelmo rosa Rigoni

100 gr di uvetta da ammollare

vaniglia (bacca o essenza pura )

1 pizzico di sale

1 uovo per spennellare

zucchero per spolverare

ESECUZIONE:

1) Prima di tutto ammollare l’uvetta in acqua bollente e lasciarvela per almeno 20 minuti. Per la pasta: mettere in una ciotola la farina con il burro preso dal frigo, il sale, il lievito e iniziare a lavorare con la punta delle dita; aggiungere il latte e continuare ad impastare.

2) Dividere l’impasto in 2 parti, stenderne la prima parte in un rettangolo di circa 30 cm per 20, stendere uno strato di Fiordifrutta al pompelmo rosa Rigoni, cospargere di uvetta e poi coprire con la rimanente pasta, stesa anch’essa in un rettangolo. Passare delicatamente il mattarello sopra, in modo da compattare il tutto.

3) Tagliare i biscotti in rettangolini di circa 3 cm per 7 cm, deporli su una teglia ricoperta da carta forno, spennellarli con uovo sbattuto e un po’ d’acqua e spolverare di zucchero.

4) Cuocere a 180° per circa 12-15 minuti.

Il giorno dopo sono ancora più buoni…se resistete!!!

(Visited 50 times, 1 visits today)
Precedente Canederli con speck su vellutata di funghi Successivo Gattò di zucca e patate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.